di Redazione in

Onde d’urto focali cosa sono? Le curiosità sulla nuova terapia medica contro i dolori articolari


 

Cosa sono le onde d’urto focali? In cosa consiste questa terapia medica contro i dolori articolari? Ecco tutto quello che c’è da sapere su vantaggi e durata sedute…

Negli ultimi anni la terapia Onde d’urto focali è diventata sempre più importante in ambito medico. Molto utilizzata in fisioterapia per la cura dei dolori articolari, andiamo a scoprire cosa sono le onde d’urto focali. Come funzionano? Quali sono i vantaggi? Quanto durano le sedute?

Cosa sono le onde d’urto focali?

Le onde d’urto sono definite in fisica come onde acustiche ad alta energia indotte da un generatore piezoelettrico. Sono impulsi pressori con tempi brevissimi di salita del fronte (10 miliardesimi di secondo) e di durata (dell’ordine di 2-5 milionesimi di secondo) che generano una forza meccanica diretta con l’obiettivo principale di trasferire energia sui tessuti corporei al fine di stimolarne i processi riparativi. A differenza degli ultrasuoni usati in terapia fisica e nelle ecografie, che hanno un andamento sinusoidale, l’onda d’urto ha un andamento ad impulso e valori di pressione molto più elevati, mediamente 1.000 volte superiori (circa 500 bar contro 0,5 bar).

Onde d’urto focali in medicina: da quando?

La terapia con onde d’urto in medicina è stata impiegata a partire dal 1980 per il trattamento della calcolosi renale con l’obiettivo di disintegrare i calcoli evitando l’intervento chirurgico. Negli ultimi anni vi è stato un notevole sviluppo della terapia in ambito fisiatrico, ortopedico e medico-sportivo.

Onde d’urto focali terapia: quali vantaggi?

Nella maggior parte dei casi ricorrere alle onde d’urto favorisce una forte riduzione del dolore e un netto miglioramento della mobilità articolare, benefici che spesso scongiurano terapie più invasive, come quelle chirurgiche. E che si abbinano ad altri punti di forza di questa terapia. Inoltre, è bene precisare come la la terapia a onde d’urto focali non ha importanti effetti collaterali né un effetto lesivo sule fibre tendinee ed è ripetibile nel tempo. E ancora, le onde d’urto focali possono agire in modo sinergico (cioè di rinforzo) con altre terapie, o anche di potenziamento ed accelerazione dei risultati attesi da un intervento chirurgico; Altro vantaggio? Il trattamento con le onde d’urto non richiede peraltro l’utilizzo di sedativi o anestetici e di norma è ben tollerato dalla maggior parte dei pazienti.

Terapia onde d’urto focali: quanto dura?

Un ciclo di terapie onde d’urto focali si compone di quattro o cinque sedute (dipende dalle indicazioni fornite dal medico curante) della durata di pochi minuti ciascuna, eseguite a distanza di una settimana l’una dall’altra.

Uso più frequente

Le patologie più frequenti sono le tendinopatie calcifiche (spalla, calcagno, gomito…), le fasciti plantari, il ritardo di consolidamento di fratture, dolori muscolari.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook