in

Ora legale 2018 consigli utili: alimentazione corretta e buona idratazione per contrastare il cambio dell’ora

Ora Legale 2018, quando cambia l’orario? Come spostare le lancette dell’orologio a marzo 2018? Nella notte tra il 24 e il 25 marzo infatti torna l’ora legale, significa che dovremo spostare le lancette avanti di un’ora: dalle 2 alle 3 di notte. L’ora legale, come di consueto, durerà tutta l’estate e fino al prossimo ottobre, quando ritornerà in vigore l’ora solare. L’ora legale infatti ci permette di avere un’ora di luce in più e, soprattutto, ci fa risparmiare energia elettrica: si stima che nell’ultimo anno si siano risparmiati circa 110 milioni di euro di elettricità. Eppure, ci sono problemi relativi al benessere della persona quando cambia l’ora. Ecco tutto quello che c’è da sapere…

Leggi anche: Quando entra in vigore l’ora legale 2018?

Ora legale 2018 consigli utili

MioDottore, piattaforma leader al mondo specializzata nella prenotazione online di visite mediche, ha interpellato l’esperta la dottoressa Silvia Cocci Grifoni, neurologo e omeopata di Ascoli Piceno per supportare gli italiani in un momento delicato per la loro salute attraverso consigli pratici e regole d’oro smart da tenere a mente. La specialista di MioDottore conferma che tra il cambiamento d’orario e alcuni malesseri esiste un’effettiva correlazione; infatti, sebbene lo spostamento dell’orologio sia di soli 60 minuti, questo provoca dei mutamenti nella quotidianità e alcune reazioni nel fisico. In particolare, l’aumento delle ore di esposizione alla luce si traduce in una modifica della sintesi di alcuni ormoni e neurotrasmettitori – tra cui la serotonina, che ha un’efficacia antidepressiva – e la melatonina, sostanza questa legata non solo alla quantità di ore di riposo notturno ma anche alla qualità del sonno. Di conseguenza, si possono riscontrare alcuni disturbi quali difficoltà ad addormentarsi, irritabilità, astenia, riduzione della concentrazione e della memoria e percezione differente del senso di fame.

Ora legale 2018 consigli utili: malessere per il cambio dell’ora? Ecco come sopravvivere

La parola d’ordine è prevenzione con un facile ma molto furbo training, da attuare 7-10 giorni prima del cambio ora, relativamente a 3 ambiti in particolare: la preparazione alla notte, l’alimentazione e l’attività fisica, in modo da arrivare preparati al weekend di fine mese.

I consigli per far fronte allo spostamento delle lancette:

  1. Anticipare di circa 20 o 30 minuti il momento di coricarsi e allo stesso modo anticipare la sveglia di altrettanti minuti, in modo da dare al corpo una giusta e graduale alternanza sonno – veglia e stabilire un ritmo regolare e salutare della propria giornata.
  2. Importante non sottovalutare la qualità dell’alimentazione, evitando pasti serali abbondanti e laboriosi, per favorire la digestione. È opportuno consumare frutta fuori dai pasti e introdurre cibi ricchi di serotonina (come i semi di girasole, frutta secca, noci, mandorle), mentre è meglio evitare il consumo di alimenti eccitanti dopo le ore 18.00 (quali caffè, cioccolato e prodotti panificati complessi).
  3. Cercare di aumentare leggermente l’attività fisica, da praticare sempre in orari non serali, entro le ore 18.00 e mai oltre le 20.00.
  4. Evitare quello che si potrebbe definire ”inquinamento elettromagnetico”, allontanando dalla camera da letto cellulari, PC e TV accesi. Meglio evitare la presenza di luci, anche se fioche, in quanto il sonno deve essere conciliato e supportato da un ambiente buio.
  5. L’acqua è amica del corpo ed è sempre bene prevedere una congrua idratazione, prediligendo acque a basso residuo fisso, con pochi sali minerali pesanti. L’ideale è consumarne quotidianamente almeno un buon litro al di fuori dai pasti.

 

Riforma Scuola 2018 Movimento 5 stelle

Riforma Scuola 2018, il programma del Movimento 5 Stelle: abrogazione Legge 107 e piano assunzioni Personale Ata

pescara alessandro neri news

Omicidio Alessandro Neri news: il giallo del cugino irreperibile