in

Orgasmo maschile: che differenza c’è tra orgasmo e eiaculazione?

MySecretCase.com nasce nel 2014 come primo sexy shop online al femminile in Italia e da subito, tra blog, eventi e workshop “curiosi”, riesce ad affermarsi come punto di riferimento per una discussione a 360° sul mondo della sessualità. Il suo team 100% in rosa vi racconterà con ironia e puntualità tutto quello che ancora non sapete sulla grande “S”. Soddisfare la vostra curiosità sarà il nostro più grande piacere: ecco a voi dunque la trentaquattresima “puntata” di Secret Love, buona lettura!

“L’uomo è molto più meccanico della donna” è uno dei luoghi comuni più diffusi – e non del tutto falsi – sulle differenze sessuali tra i generi. Se è vero che il corpo maschile è diverso da quello femminile e reagisce diversamente agli stimoli, è anche vero, però, che la “macchina” non è così semplice come pensiamo. Sapevate, ad esempio, che orgasmo ed eiaculazione possono non corrispondere? Che un uomo, insomma, può eiaculare senza necessariamente provare piacere e viceversa?

Orgasmo ed eiaculazione: questione di muscoli

In generale si dice che l’orgasmo avvenga nel cervello e l’eiaculazione nella prostata, precisamente quando i muscoli intorno alla ghiandola prostatica si contraggono rilasciando il liquido seminale. In realtà, però, la faccenda è un po’ più complessa perché anche l’orgasmo coinvolge il sistema nervoso periferico e la contrazione involontaria dello sfintere anale e degli altri muscoli dell’apparato riproduttivo. Più precisamente dalle scansioni cerebrali è emerso che l’orgasmo assomiglia ad un attacco epilettico, una vera e propria tempesta elettrica che agisce su tutto il cervello e che ricopre un arco temporale che va dal cosiddetto “punto di non ritorno” a 2-3 secondi dopo l’inizio dell’eiaculazione.

Orgasmo senza eiaculazione: i vantaggi

La notizia, però, è che puoi avere l’uno senza l’altro. Esiste l’eiaculazione anorgasmica – per nulla piacevole – così come l’orgasmo senza eiaculazione – e su questo il pubblico maschile è equamente diviso. Se i più giovani lo trovano meno intenso e soddisfacente, i più maturi sostengono non solo che sia ugualmente divertente, ma che porti con sé persino qualche vantaggio. Un’erezione più duratura, ad esempio, perché è l’eiaculazione – e non l’orgasmo – a provocare il periodo refrattario e il rilascio di prolattina (ormone calmante che abbassa il livello di testosterone). Vuoi durare tutta la notte? “Vieni” pure ma senza macchia.

Lo dice la scienza

Risultato confermato anche dal monumentale studio di Hartman&Fithian sulle risposte sessuali di uomini e donne (10.000 ore di registrazioni che si masturbano e fanno sesso in un laboratorio!): il 12% dei maschi esaminati era in grado di avere orgasmi senza eiaculare e senza perdere l’erezione e poteva raggiungere fino a quattro orgasmi in un’ora e mezza di rapporto.

Come ritardare l’eiaculazione

Eiaculare fa bene e va fatto con regolarità per mantenere la prostata pulita e lo sperma sano e attivo, ma se volete giusto ritardarla il più possibile per avere più orgasmi e fare sesso tutta la notte, ci sono almeno tre soluzioni:

  • i cockring o anelli fallici in silicone, che stringono sul pene bloccando temporaneamente il flusso sanguigno sull’asta senza farlo confluire sulla prostata e ritardando l’eiaculazione di circa 15 minuti.
  • i gel ritardanti, con un leggero effetto anestetizzante locale
  • le tecniche di mindfulness e breath control, più a lungo termine ma utili a gestire le reazioni del proprio corpo in ogni situazione

Vale la pen(e) tentare, no?

Giallo di Capaci news: Guzzardo fa scena muta davanti al Gip, e resta in carcere

Assunzioni Rai 2018: si cercano 30 diplomati, ecco requisiti, prove, scadenza domanda (GUIDA COMPLETA)