in

Ossa umane trovate nel Foggiano: si ipotizza caso di lupara bianca

Giallo sul Gargano, in un’area di campagna tra Vieste e Mattinata, dove oggi 2 marzo sono state rinvenute ossa umane. I resti sono stati recuperati in mattinata in una gravina da parte di carabinieri cacciatori impegnati in un servizio di perlustrazione degli anfratti naturali del Gargano.

Le ossa umane sarebbero state trovate ad una profondità di una trentina di metri, insieme a resti di animali. Le ossa sono state immediatamente prelevate ed inviate ai carabinieri del Ris di Roma che dovranno analizzarle, attraverso il Dna, per risalire alla identità della vittima. Sul luogo del macabro ritrovamento dovranno presto tornare gli uomini della Scientifica per effettuare tutti i rilievi e i sopralluoghi del caso, coadiuvati da personale specializzato e attrezzature idonee per verificare se in quell’area vi siano anche altri resti umani.

 

Ad occuparsi del caso i carabinieri del Comando provinciale di Foggia, i quali al momento hanno preferito non sbilanciarsi in merito, tuttavia tra le ipotesi al vaglio in queste ore vi è anche quella che possa trattarsi di lupara bianca poiché nella zona risultano essersi verificati casi di scomparse misteriose. I dati parlano di una trentina di persone di cui si sono perse le tracce negli ultimi 25/30 anni. Persone mai ritrovate. Tra queste, Salvatore Ranieri, scomparso nell’agosto del 2003, Alessandro Ciavarrella, scomparso da Monte Sant’Angelo nell’agosto 2009, Angelo Tricarico, scomparso nell’agosto del 2013 a San Nicandro Garganico, a Francesco D’Armiento, scomparso nel 2016 da Mattinata.

L’Isola dei Famosi 2018, Chiara Nasti passa all’attacco con Striscia la Notizia

Isola dei Famosi 2018 Eva Henger

L’Isola dei Famosi 2018, Cecilia Capriotti parla della prima volta con il marito dopo il ritorno in Italia: “L’ho picchiato”