di Michela Becciu in

Pakistan: donna decapitata dal marito “perché non voleva lasciare il lavoro”


 

Pakistan: donna decapitata dal marito “perché non voleva lasciare il lavoro”. La povera vittima aggredita nel sonnoa colpi di mannaia

Pakistan, sconvolgente omicidio a Lahore, dove una donna di 37 anni è stata decapitata dal marito perché si sarebbe rifiutata di ubbidire al suo ordine di lasciare il lavoro. L’uomo pretendeva infatti che abbandonasse il lavoro in una fabbrica, a Manga Mandi.

Secondo le primissime indiscrezioni sulla vicenda, l’omicidio sarebbe stato premeditato. La vittima infatti è stata aggredita nel sonno a colpi di mannaia. L’uomo avrebbe agito chiudendosi a chiave nella camera da letto dove la donna stava riposando.

>>> TIENITI AGGIORNATO CON LE NEWS SU URBANPOST, LEGGI <<<

Ne dà notizia la tv DawnNews. L’assassino si chiama Afraheem, e ieri, domenica 6 agosto, avrebbe atteso che la moglie, una donna di 37 anni, dormisse, per poi entrare in camera e decapitarla con una mannaia. Dopo l’atroce delitto si è dato alla fuga. L’uomo è ancora latitante ed è strenuamente ricercato dalle forze dell’ordine. (Immagine di repertorio)

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook