in

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi: a casa del nigeriano fermato i suoi abiti e tracce di sangue

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi ultime notizie: il cittadino nigeriano arrestato perché accusato di questo efferato delitto si chiama Innocent Oseghale, ha 29 anni ed è residente in Italia. Il suo permesso di soggiorno risulterebbe scaduto e nella zona sarebbe conosciuto come spacciatore di sostanze stupefacenti. Già noto alle forze dell’ordine per precedenti sempre legati alla droga.

Ha negato ogni addebito dopo il lungo interrogatorio, sebbene all’interno dell’appartamento in cui viveva, sito in via Spalato 124 a Macerata, siano stati rinvenuti gli abiti che indossava la 18enne il giorno in cui è scomparsa, 29 gennaio, e diverse tracce di sangue presumibilmente riconducibili alla vittima, il cui povero corpo denudato e ripulito, è stato smembrato almeno in 20 pezzi, con minuzioso sadismo degno di un killer professionista. Lo ha confermato il medico legale cui è toccato l’atroce compito di compiere accertamenti sui poveri resti di Pamela.

pamela mastropietro news

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi: chi è il fermato e cosa ha detto agli inquirenti

Non solo, in casa del fermato è stato anche ritrovato dai carabinieri lo scontrino della farmacia vicina alla casa dell’uomo, dove Pamela era entrata alle 17:30 del 29 gennaio per acquistare una siringa, e che le telecamere dell’esercizio hanno immortalato all’uscita seguita a piedi da uno straniero di colore. Quella è l’ultima immagine che si ha di Pamela in vita. Il presunto assassino, vista l’efferatezza del delitto, potrebbe avere avuto dei complici.E’ stato rintracciato anche grazie alla testimonianza spontanea di un altro straniero, risultato estraneo alla vicenda, che aveva precedentemente informato i carabinieri di aver visto un uomo di colore armeggiare con due trolley nella tarda serata del 30 gennaio, proprio a Pollenza, dove ieri mattina sono state rinvenute le valigie contenenti il cadavere smembrato della vittima. “Spero e prego che giustizia sia fatta. Quello che le hanno fatto è indescrivibile e così crudele che spero di vederli soffrire lentamente fino alla morte”, ha scritto Alessandra Verni, madre della vittima, su Facebook. La donna è arrivata ieri sera a Macerata da Roma, dove vive, e stamani ha riconosciuto il resti della figlia in obitorio.

ancona renata scomparsa

Renata Rapposelli news: l’auto del figlio a Tolentino, ancora sospetti su Simone Santoleri

Anticipazioni Uomini e Donne trono over: Giorgio messo sotto torchio, Gemma chiude con Raffaele