in

Pamela uccisa e fatta a pezzi: sequestrati grossi coltelli in casa del presunto killer, ancora giallo su cause morte

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi ultime notizie indagini: sequestrati nell’appartamento del 29enne nigeriano fermato per omicidio, occultamento e vilipendio di cadavere diversi coltelli di grandi dimensioni che adesso saranno analizzati dai Ris al fine di chiarire se possano essere state quelle le armi utilizzate dal presunto killer per smembrare il cadavere della 18enne romana.

Omicidio Pamela, sequestrati grossi coltelli nella casa di Oseghale

Sequestrati coltelli di grosse dimensioni in casa del sospettato

Nell’appartamento del fermato, sito in via Spalato 124 a Macerata, grazie all’utilizzo del Luminol gli uomini della Scientifica sono riusciti ad accertare la presenza di tracce di sangue ripulite in diversi punti della casa. Anche quei reperti saranno nelle prossime ore vagliati dagli investigatori. Innocent Oseghale, il 29enne nigeriano in stato di fermo per la morte di Pamela Mastropietro, ieri è stato nuovamente interrogato ma ha continuato a negare ogni addebito; dopo diverse ore di interrogatorio, messo alle strette ha dato delle risposte contraddittorie: prima ha ammesso di aver incontrato martedì mattina 30 gennaio la ragazza, fuggita dalla comunità Pars di Corridonia, davanti alla farmacia (dove Pamela aveva appena acquistato una siringa) che si trova a poche decine di metri dalla sua abitazione, ma ha ribadito quello che già aveva detto ai carabinieri il giorno prima, ovvero di essersi separato da lei dopo averla incontrata. Nella sua abitazione ieri i Carabinieri avevano rinvenuto gli abiti che Pamela indossava quando è scomparsa.

Pamela Mastropietro uccisa e fatta a pezzi: a casa del nigeriano fermato i suoi abiti e tracce di sangue

La testimonianza che inchioda il nigeriano arrestato

Intanto ancora non sono state chiarite le cause della morte della 18enne: Pamela è morta di overdose o è stata uccisa? Durante l’esame autoptico secondo quanto emerso non sarebbe stato nemmeno possibile capire se la vittima sia stata violentata o meno. Maggiori informazioni potranno aversi solo con l’esito degli esami tossicologici sul cadavere. Dal punto di vista investigativo pesa come un macigno sull’indagato la testimonianza spontanea arrivata ai carabinieri da parte di un altro cittadino straniero, risultato estraneo ai fatti, che ha detto di avere visto la ragazza insieme al nigeriano. Si tratterebbe di un tassista peruviano che dalla stazione di Macerata l’avrebbe portata ai giardini: “L’ho vista andare via con il nigeriano. Ha pagato 7 euro ed è scesa davanti alla rotonda. Non c’era nessuno ad aspettarla. Stava bene, era lucida e sorridente”. L’uomo l’avrebbe incontrata poco dopo: “quasi davanti alla palazzina dove è stata uccisa. Lui camminava davanti. Poi sono entrati nel vialetto verso l’abitazione di via Spalato”. Avrebbe visto Pamela entrare in farmacia e poi incontrarsi con il nigeriano. Il giorno dopo, leggendo di Pamela sui giornali, è andato subito dai carabinieri a raccontare tutto.

pamela mastropietro news

 

 

 

Vasco Rossi concerti 2018

Vasco Rossi concerti 2018: biglietti in vendita per la data zero a Lignano, ecco il costo su VivaTicket

Don Matteo 11 facebook

Replica Don Matteo 11 puntata del 1 febbraio 2018: ecco dove vedere il video integrale