in

Paola Gambino scomparsa a Bordighera: nuovo appello del figlio, novità sulle ricerche

Paola Gambino scomparsa a Bordighera: sono ore d’ansia queste per i familiari della imprenditrice 55enne data per scomparsa dalla sera di venerdì 23 marzo. Titolare del bed and breakfast “Acqua di Mare”, di Arziglia, a Bordighera, è uscita di casa senza portare con sé il cellulare. Alle 20 l’ultimo contatto telefonico che i familiari hanno avuto con lei. Come riferito dall’ex marito, Paola pare soffra di depressione sebbene con il suo comportamento non abbia mai dato da pensare ai figli.

scomparsa a bordighera

Paola Gambino: il nuovo appello del figlio

Proprio Riccardo – uno dei figli di Paola che per primo ha dato l’allarme denunciando ai carabinieri, oggi ha rinnovato il suo appello a chiunque pensi di avere visto sua madre in questi giorni. “Sappiamo soltanto che ha effettuato le ultime chiamate, alle 20, di venerdì … Cosa sia successo tra venerdì e sabato mattina non lo sappiamo. A chiunque l’abbia vista o abbia sue notizie, chiediamo di rivolgersi ai carabinieri”. Ai microfoni di Riviera.it ha parlato anche la sua amica nonché vicina di casa: “Per me è come una sorella, una figlia. In questa stradina ci conosciamo tutti, siamo poche famiglie e tutti amici”. Non è escluso che il periodo di depressione che attanaglia la donna sia scaturito dal divorzio, due anni fa, dal marito Giorgio Bonavia, con il quale Paola è in buoni rapporti.

Leggi anche: Paola Gambino scomparsa a Bordighera: ex marito rivela buio retroscena sulla sua vita

Paola Gambino scomparsa: dove si sono svolte le ricerche

Le squadre di soccorso si stanno servendo per le ricerche anche di un cane molecolare. Secondo le indagini fino ad ora svolte dai carabinieri della locale Compagnia, la donna non si sarebbe mai allontanata dalla Città delle Palme, nella quale vive e dove gestisce il suo b&b. Da due giorni i volontari della Protezione Civile stanno passando al setaccio l’area circostante e coadiuvati da un elicottero del’Arma hanno anche sorvolato la zona di Arziglia; con un motoscafo, inoltre, è stato perlustrato lo specchio acqueo dalla Marina San Giuseppe di Ventimiglia fino a Ospedaletti, e controllate le insenature e gli scogli difficilmente raggiungibili da terra. Finora nessun esito.

CASO RAGUSA NEWS Antonio Logli sentenza

Roberta Ragusa processo d’appello: sentenza rinviata

alessandria insegnante legata

Alessandria: insegnante legata, presa a calci e filmata dagli alunni