di Antonio Paviglianiti in

Partita IVA 2018 cosa scaricare: quali vantaggi fiscali? Le linee guida (INFO)


 

Partita IVA 2018 cosa scaricare: quali vantaggi fiscali si ottengono per i liberi professionisti? Ecco tutto quello che c’è da sapere…

I possessori di Partita IVA 2018 avranno nuovi vantaggi fiscali per il nuovo anno? Quali sono i costi che potranno scaricare? Avranno diritto alla possibilità di usufruire di detrazioni e deduzioni come un lavoratore dipendente? Sì, risposta affermativa. E possono, come già noto, usufruire di agevolazioni fiscali per la propria attività abbattendo i costi del reddito di impresa. Ma cosa può scaricare chi ha la Partita IVA 2018? Quali sono i vantaggi fiscali? Ecco alcune curiosità.

Leggi anche: Tutte le scadenze fiscali 2018 

Partita IVA 2018 cosa scaricare: vantaggi fiscali per i costi degli immobili

Come riportato da Laleggepertutti, chi possiede una partita Iva nel 2018 può scaricare le spese legate agli immobili. Se l’immobile è ad uso ufficio o studio per portare la spesa in deduzione bisogna applicare delle quote d’ammortamento. In questo modo, sarà deducibile l’intero costo. Inoltre, con la Partita IVA 2018 si ha diritto alla deduzione anche per le spese di ammodernamento e di manutenzione straordinaria che fanno aumentare il valore dell’immobile fino al 5% di quello iniziale. Partita IVA 2017: come funziona e come aprirla

Partita IVA 2018 cosa scaricare: vitto e alloggio, quali vantaggi fiscali?

I possessori di Partita IVA 2018 possono scaricare le spese effettuate relative a vitto e alloggio? Quali sono i vantaggi fiscali a cui si ha diritto? Vediamo i casi specifici regolamentati dal FISCO:

  • Le spese di vitto e alloggio (anche in trasferta) sono deducibili da chi ha una partita Iva al 75%. Condizione fondamentale: che il totale delle spese annuali non superi il 2% dei compensi percepiti.
  • Qualora vitto e alloggio vengano pagati dal committente, la deduzione diventa del 100% ed il professionista dovrà addebitarla in fattura, assoggettarla a ritenuta d’acconto e Iva e tassarla ai fini delle imposte dirette.
     
  • Le spese di vitto e alloggio sostenute per la frequenza di un seminario o di un corso di formazione, sono deducibili al 100% nel limite di 10mila euro annui.

Leggi anche: Come aprire la Partita IVA per attività autonoma

Partita IVA 2018 cosa scaricare: costi per il computer

Come riporta Laleggepertutti, i possessori di Partita IVA 2018 hanno diritto a una deduzione dell’80% sull’acquisto di computer, software o altri dispositivi o programmi tecnologici, anche se acquistati tramite leasing o noleggio.

Partita IVA 2018 cosa scaricare: costi di carburante, come fare?

Piccolo cambiamento per i possessori della Partita IVA 2018: dal 1 luglio di quest’anno la spesa per il carburante sarà deducibile soltanto se gasolio o benzina vengono pagati con moneta elettronica. Si potrà continuare a pagare in contanti, certo. Ma quella spesa non sarà più deducibile. I gestori dei distributori, da quella data, sono tenuti al rilascio di una fattura elettronica.

Aprire Partita IVA

Partita IVA 2018 cosa scaricare: vantaggi fiscali per acquisto di un veicolo

I possessori di Partita IVA 2018 hanno vantaggi fiscali per scaricare alcune spese relative all’acquisto di veicoli. Ma in quale circostanza? Come riporta la normativa ciò può avvenire solo quando le spese riguardano costi:

  • dei veicoli utilizzati esclusivamente come beni strumentali o adibiti ad uso pubblico (la deducibilità dei costi, in questo caso, è al 100%);
  • dei veicoli dati in uso promiscuo ai dipendenti per la maggior parte del periodo d’imposta (la deducibilità dei costi, in questo caso, è del 70%);
  • dei veicoli utilizzati per scopi diversi dai precedenti, per i quali è prevista una deducibilità limitata dei costi (20%, elevata all’80% per gli agenti o rappresentanti di commercio).

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook