in

Pasquetta 2013, dove andare in Italia

Natale con i tuoi e Pasqua (ma anche Pasquetta) con chi vuoi.. Un detto popolare che racchiude in sostanza i piaceri di vivere la Pasqua serenamente, approfittando delle belle giornate che di solito caratterizzano questo periodo. Stesso discorso, vale per la Pasquetta.

In quei giorni si viaggia molto, anche quest’anno, nonostante lo strascico dell’attuale crisi economica. Chi può, vola via preferendo mete senza dubbio molto belle, Caraibi, Marocco, Maldive, Indonesia, Egitto, Tunisia e già da ora le agenzie offrono prezzi scontati e last minute.

Non è detto però che per divertirsi bisogna spostarsi così tanto, quasi sempre basta una buona compagnia ed un posto rilassante ma anche stimolante per trascorrere quei pochi giorni in armonia.

L‘Italia, è tra le mete più ambite dai turisti stranieri, soprattutto durante i periodi di festività, chi sceglie il nostro paese come meta turistica conosce bene i posti dove vale davvero la pena soggiornare. Gli italiani invece, sembrano davvero poco informati sulle qualità territoriali e paesaggistiche del proprio paese. Questa è dunque un’occasione buona per riscoprire le bellezze, gli scorci, le tradizioni e i sapori della nostra terra.

Pasquetta napoli

Pasqua e Pasquetta a Napoli. Il capoluogo campano può offrire tante opportunità di svago ma anche di approfondimento culturale. Sono tanti i musei aperti durate il periodo pasquale, (Museo di Capodimonte, Certosa e Museo di San Martino, Museo Pignatelli, Castel Sant’Elmo, Museo Civico di Castel Nuovo, Castel dell’ovo). Napoli presenta una vasta offerta di luoghi da visitare, così come la provincia, la vicina costiera Sorrentina o la tanto ambita Costiera amalfitana a Salerno, la valle delle Ferriere o il Sentiero degli Dei per chi ama il Trekking. Per gli amanti della cucina Napoli è il posto giusto.

Pasqua e Pasquetta a Sirmione, sul Lago di Garda. Un gioiello celebrato anche da Catullo, dove soggiornava su una delle tante ville affacciate sul lago, da non perdere assolutamente la Rocca Scaligera del XIII secolo, circondata dalle acque che un ponte levatoio collega alla terraferma.

Pasqua e Pasquetta a Ravenna. Ha impressionato il Boccaccio che vi ambientò perfino una novella, tra le più belle, una città in continua trasformazione, famosa per i suoi bellissimi mosaici dalle forme e posizioni molto particolari.

Pasqua e Pasquetta a Matera. Patrimonio dell’Unesco, divenuta famosa grazie al film di Mel Gibson, conserva intatto il fascino di una città antichissima, dove recentemente è stata ripristinata la riserva idrica Palombaro lungo, un viaggio alla scoperta della città sotterranea e degli ipogei.

Non ultime, anzi molto ambite sono: Roma, Milano, Capri, Ischia, Procida, ma anche Mantova, Perugia, Pisa, Venezia, Siracusa.

Written by Vincenzo Iozzino

Classe 82, giornalista e pubblicista dal 2005, ha collaborato con diverse importanti redazioni, tutt'ora porta avanti un progetto personale editoriale creato ed aministrato da lui. E' attratto principalmente dalla scrittura creativa, le cui conoscenze sono state approfondite pesso la facoltà di Cultura ed amm. dei Beni Culturali di Napoli, dove si è formato. Campano, vive a Gragnano, territorio montuoso che lui definisce "braccia dell'angelo", una vera vocazione che lo ha spinto ad appassionarsi al Running ed al Trekking, e nel 2012 diventa istruttore di Atletica leggera. Vive con una meravigliosa moglie e due splendidi bambini.

Candidati improbabili per il voto degli italiani all’estero

Monica Cruz: “Avrò un figlio da sola”