di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: Ape, giovani e donne, riparte oggi il confronto Governo-sindacati


 

Al Ministero del Lavoro, oggi riparte il confronto tra Governo e sindacati sulla seconda fase della riforma delle pensioni, all’ordine del giorno la pensione di garanzia per i giovani, la previdenza complementare; sullo sfondo: l’adeguamento dell’età pensionabile all’aspettativa di vita, il riconoscimento dei lavori di cura per le donne e l’ampliamento dell’Ape social

Pensioni 2017 news Ape, giovani e donne, riparte oggi il confronto Governo-sindacati

Pensioni 2017 news: Ape, giovani e donne, riparte oggi il confronto Governo-sindacati

Oggi riparte il confronto tra Governo e sindacati sulla riforma delle pensioni. Dopo la prima stagione di consultazioni, conclusasi lo scorso settembre con l’adozione dell’Anticipo pensionistico che consente ai lavoratori prossimi alla pensione di uscire dal lavoro almeno tre anni prima dell’età stabilita per la pensione di vecchiaia, i provvedimenti che ora sono valutati riguardano principalmente i giovani.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape, giovani e donne, riparte oggi il confronto Governo-sindacati

Punto all’ordine del giorno infatti è la pensione di garanzia per i lavoratori giovani che stanno iniziando attività professionali in ritardo e il più delle volte discontinue, elementi questi che determineranno un assegno pensionistico povero. Con lo stesso obiettivo, di aumentare l’importo delle pensioni future, allo studio ci sono anche misure per agevolare l’adesione alla previdenza complementare, alla luce del fatto che la legge sulla concorrenza, approvata prima delle ferie estive, porta delle novità in questo settore. In tale legge sono contenute alcune novità che riguardano la possibilità di determinare la parte minima del Trattamento di fine rapporto, la cosiddetta liquidazione, che viene maturata dai lavoratori e può essere versata sui fondi della previdenza integrativa o complementare, attraverso la contrattazione collettiva. Nello stesso tempo per i lavoratori disoccupati viene facilitata la possibilità di ottenere, sotto forma di rendita anticipata, il capitale versato nel fondo pensioni. Inoltre vengono previsti incentivi per le adesioni alla previdenza integrativa nelle imprese che occupano meno di 50 lavoratori, nelle quali attualmente c’è una percentuale di partecipazioni molto bassa a questa seconda forma di previdenza. La stessa norma viene previsto l’avvio di un confronto per riformare il sistema della previdenza complementare o integrativa con le associazioni sindacali, i rappresentanti dei datori di lavoro e la Covip, Commissione di vigilanza dei fondi pensione a tutela degli aderenti e dei loro risparmi destinati a previdenza complementare.

Pensioni 2017 news: Ape, giovani e donne, riparte oggi il confronto Governo-sindacati

Oggi si svolgerà il primo incontro tra Governo e sindacati a cui seguiranno altri due incontri programmati per l’1 settembre e per  il 7 settembre in vista della legge di Bilancio, dato che il primo atto programmatico di essa dovrà essere portato in Parlamento il 20 settembre. Governo e sindacati discuteranno anche l’eventuale applicazione dell’Ape social per le donne tenendo conto del lavoro di cura familiare e il nodo cruciale dell’adeguamento automatico dell’età pensionabile alla speranza di vita.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook