di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: Ape e Quota 41, decreti attuativi oggi? Fase 1 verso la conclusione


 

È in corso il confronto tra Governo e sindacati sul tema della riforma delle pensioni. I lavoratori precoci con cui siamo in costante contatto in tempo reale, sperano che oggi si chiuda la fase attuativa dell’Ape e della Quota 41. Il Governo è orientato a presentare oggi i decreti attuativi

Riforma pensioni ape social e Quota 41 Governo disponibile a modifiche

L’atteso incontro in tema di riforma delle pensioni tra Governo e sindacati è iniziato a Roma presso il Ministero del Lavoro. Un presidio di lavoratori attende col fiato sospeso l’esito del confronto che dovrebbe riguardare i decreti attuativi delle misure pensionistiche contenute nella legge di Bilancio. I lavoratori precoci, con cui siamo in costante contatto in tempo reale, hanno avuto sentore che i punti essenziali su cui si discuterà saranno i requisiti per usufruire dell’Ape e della Quota 41. Comunque l’orientamento del Governo è quello di chiudere il confronto tecnico della cosiddetta Fase 1 della riforma, durante la discussione di questa sera, ed emanare i decreti attuativi in modo tale da non provocare ulteriori ritardi che determinerebbero l’impossibilità di rispettare la scadenza prevista entro il 1° maggio, data entro cui le due misure dell’Ape e della Quota 41 dovrebbero diventare operative

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Tra i lavoratori precoci presenti sotto le stanze ministeriali corre il timore che ci possano essere delle incongruenze che penalizzerebbero la possibilità di accesso alle misure, per esempio il nodo di come risolvere la posizione di quei lavoratori che durante la Naspi o Aspi hanno avuto un contratto a termine, poiché un’interpretazione restrittiva lascerebbe fuori dal beneficio della Quota 41 tanti precoci. Rispetto ala proposta avanzata al tavolo tecnico dai rappresentanti del Governo quelli di parte sindacale avanzano dei dubbi e delle perplessità tanto che stanno valutando se concedere la loro adesione o no alla proposta governativa.

Per quanto riguarda la discussione sulla Fase 2 i lavoratori hanno avuto notizia che è stato confermato l’incontro di giorno 23 marzo.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook