di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: Ape social, Quota 41 e Opzione Donna ore cruciali per i decreti e la proroga


 

Per Ape social, Quota 41 e Opzione Donna sono in arrivo ore decisive che i lavoratori attendono con qualche ansia e allo stesso tempo speranza

Pensioni 2017 Ape donna social e Opzione donna Nannicini

Pensioni 2017 news: Ape social, Quota 41 e Opzione Donna ore cruciali per i decreti e la proroga

Si tratterebbe di alcune ore per vedere la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del decreto attuativo dell’Ape social e della Quota 41 per i precoci, così da permettere ai lavoratori che hanno maturato i requisiti di usufruire di queste misure approvate con la legge di Bilancio 2017, con decorrenza dal 1° maggio 2017. Il ministro del Lavoro Giuliano Poletti ha confermato che la Corte dei Conti provvederà alla registrazione dei decreti attuativi in tempi molto stretti. I due decreti attuativi conterranno, tra l’altro, le necessarie indicazioni sulle scadenze da rispettare per la presentazione delle domande, la modalità di presentazione delle stesse e tutti gli elementi sull’erogazione del trattamento.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape social, Quota 41 e Opzione Donna ore cruciali per i decreti e la proroga

 

Inoltre a partire da domani si potrebbero giungere importanti notizie sulla proroga di Opzione Donna, visto che presso la Commissione Bilancio sarà messo ai voti l’emendamento alla manovra bis, decreto legge 50/2017, presentato dal vicepresidente della Commissione Lavoro della Camera Walter Rizzetto, esponente di Fratelli d’Italia e Alleanza Nazionale, con cui si chiede di prorogare il regime sperimentale Opzione Donna sostituendo il temine del 31 dicembre 2015 con quello del 31 dicembre 2019. Questa diventerebbe la scadenza entro la quale dovrebbero essere maturati dalle lavoratrici interessate i requisiti per accedere ad Opzione Donna. Con questo regime speciale le lavoratrici possono andare in pensione anticipata al raggiungimento dei 57 anni di età con 35 di contributi, ma accettando il calcolo della propria pensione col meno vantaggioso sistema integralmente contributivo.

Pensioni 2017 news: Ape social, Quota 41 e Opzione Donna ore cruciali per i decreti e la proroga

Le lavoratrici attendono l’esito della votazione con molte speranze, anche se appare molto difficile che la proposta di modifica possa essere accolta, viste le recenti dichiarazioni del Governo di posticipare le decisioni al 30 settembre prossimo, data in cui dovrebbero essere resi noti i dati ufficiali risultanti dal monitoraggio delle domande presentate dalle donne interessate a usufruire della misura di Opzione Donna. Intanto, sul web si moltiplicano gli appelli delle lavoratrici al Governo e alle forze parlamentari perché si mantenga fede a quanto stabilito nella legge di Stabilità del 2016, in cui attraverso il meccanismo del contatore si prevedeva di utilizzare le risorse residue del fondo per l’estensione del regime Opzione Donna.

Foto in apertura pixabay.com nile

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook