di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, rinviato l’incontro tra Governo e sindacati, cosa succederà?


 

L’incontro tra Governo e sindacati sul tema delle pensioni, programmato per oggi, è stato rinviato, non è chiara la conclusione della fase attuativa, nonostante le dichiarazioni del Ministro Giuliano Poletti, cosa succederà.

pensioni 2017 contributi volontari

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, rinviato l’incontro tra Governo e sindacati, cosa succederà?

L’attuazione delle misure pensionistiche che riguardano l’Anticipo pensionistico per i lavoratori ultra sessantatreenni e la Quota 41 per una limitata parte dei lavoratori precoci, sembra diventata una vera tela di Penelope. Infatti, dopo i rilievi di legittimità del Consiglio di Stato ai soli due decreti attuativi varati dal Governo, con le conseguenti modifiche da apportare, ancora non è chiara la conclusione di questa prima fase. Anche oggi l’incontro che si doveva tenere tra Governo e sindacati, per il quale c’era molta aspettativa sulle sue conclusioni, è stato rinviato, così che non si riesce a definire la parte che riguarda i provvedimenti adottati nella precedente legge di Bilancio e nemmeno si avvia la discussione sulla seconda fase delle riforma in cui si devono affrontare le questioni relative alla pensione di garanzia per i giovani lavoratori, una maggiore flessibilità in uscita, la diversità dei lavori rispetto all’aspettativa di vita, il riconoscimento della specificità del lavoro femminile, la previdenza integrativa e il potere d’acquisto delle pensioni più basse.

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, rinviato l’incontro tra Governo e sindacati, cosa succederà?

Il segretario confederale della Cgil, Roberto Ghiselli, sottolinea che: ”Da un lato si stenta a chiudere la fase uno, in particolare riguardo l’attivazione dell’Ape sociale e gli interventi per i lavoratori precoci. Dall’altro lato, non si riesce a far decollare la fase due, nella quale ci si dovrebbe concentrare sulla pensione per i giovani, la flessibilità in uscita, la differenziazione dell’attesa di vita, il lavoro di cura, la previdenza complementare e la rivalutazione delle pensioni in essere”. Già sembrano non essere appropriate le parole tranquillizzanti del ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, che a proposito dell’Ape sociale e della Quota 41 per una parte dei lavoratori precoci, aveva parlato di chiusura dei decreti attuativi “in tempi brevi”. Alla luce di ciò la Cgil preme sul Governo perché provveda: “A rendere operativi al più presto i decreti, visti gli insostenibili ritardi che lasciano nell’incertezza e rischiano di danneggiare decine di migliaia di lavoratori”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Ape social e Quota 41, rinviato l’incontro tra Governo e sindacati, cosa succederà?

Rispetto alla partenza delle misure sull’Anticipo pensionistico il Governo con ogni probabilità farà slittare il termine per la presentazione delle domande al 31 luglio anziché al 30 giugno, ma se il regolamento applicativo non dovesse essere adottato al più presto si rischia che l’Inps non arrivi, entro il 30 settembre, a definire la graduatoria dei lavoratori aventi diritto, anche rispetto ala fatto che le risorse spendibili non possono superare i trecento milioni. A tal proposito il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, invita a un chiarimento da parte del Governo: “Il Governo, con una presa di posizione ufficiale, chiarisca che la pensione che si acquisirà con l’APE sociale avrà decorrenza dal primo maggio 2017, ovviamente nel caso in cui il lavoratore abbia maturato i requisiti richiesti. Questa decorrenza deve essere garantita indipendentemente dalla data del varo dei Decreti attuativi. Apprezziamo le dichiarazioni del ministro Poletti, che vanno in questa direzione, ma vogliamo sottolineare il fatto che INPS e molti Patronati non accettano le domande dei lavoratori, a causa della mancata emanazione dei Decreti, causando un rilevante allarme sociale. Da qui l’esigenza di una comunicazione ufficiale”

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook