di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: aspettativa di vita e riforma, replica di Cesare Damiano e sindacati a Enrico Morando


 

Alla frenata del viceministro dell’Economia Enrico Morando sulla riforma delle pensioni, rispondono i sindacati e il presidente della Commissione Lavoro alla Camera, Cesare Damiano

Pensioni 2017 news. pensione minima e pensione anticipata, le nuove proposte del Governo

Pensioni 2017 news: aspettativa di vita e riforma, replica di Cesare Damiano e sindacati a Enrico Morando

Per la pausa estiva è stato sospeso il confronto Governo sindacati sul tema della riforma delle pensioni, ma c’è da registrare la chiara presa di posizione del viceministro dell’Economia, Enrico Morando, che in un’intervista al quotidiano La Repubblica ha messo un freno a nuove modifiche del sistema previdenziale: “Sulla previdenza abbiamo varato un intervento molto significativo l’anno scorso, sarebbe un errore scegliere ora come priorità la previdenza rispetto all’occupazione giovanile: purtroppo le risorse per tutto non ci sono“. L’esponente dell’ala liberal del Pd ritiene più utile intervenire per incentivare l’occupazione giovanile, attraverso: “Un intervento strutturale a favore dell’occupazione dei giovani, un maggiore finanziamento del reddito di inclusione attiva, lo strumento universale a favore delle famiglie che vivono in povertà assoluta, e per far crescere gli investimenti pubblici. L’ipotesi che mi convince di più è il taglio del 50% del cuneo fiscale e contributivo per i primi due anni a favore di chi assume giovani fino a 30 anni, anche un po’ oltre, con un contratto a tempo indeterminato, dopo però la misura diventerebbe strutturale, con una riduzione del 4% diviso a metà tra lavoratore e datore di lavoro, anche se il lavoratore viene assunto da un’altra impresa“.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: aspettativa di vita e riforma, replica di Cesare Damiano e sindacati a Enrico Morando

Questa chiusura da parte del viceministro non trova d’accordo i sindacati che con Domenico Proietti, segretario confederale della Uil, si chiedono quale sia l’effettiva posizione del Governo dato che c’è un confronto in corso per assumere decisioni sui provvedimenti di modifica al sistema pensionistico da inserire nella prossima legge di Bilancio: “Il confronto verte sui giovani, donne, previdenza complementare e sul legame automatico all’aspettativa di vita che non è uguale per tutti i lavori. Su questi temi la Uil si aspetta risposte positive già il 30 agosto quando riprenderà il confronto con il Governo”. 

Pensioni 2017 news: aspettativa di vita e riforma, replica di Cesare Damiano e sindacati a Enrico Morando

Le posizioni espresse dal viceministro Morando rispecchiano sensibilità diverse rispetto a quelle sostenute dal presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano, che ritiene utile intervenire sulle pensioni anche alla luce dei maggiori margini dovuti al dato sulla crescita del Pil rilevato nel secondo trimestre di quest’anno: “Più crescita vuol dire più risorse per la legge di Bilancio”. Cesare Damiano chiede che nel contesto di: “Una manovra espansiva e sociale dobbiamo irrobustire la scelta dell’anticipo della pensione che favorisce, con il turnover, l’assunzione dei giovani”. Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera ribadisce la necessità di rivedere il meccanismo di adeguamento automatico dell’età pensionabile all’aspettativa di vita: “Si deve rallentare la prevista salita di 5 mesi dell’età pensionabile, prevista dal 2019, a fronte della certificata diminuzione dell’aspettativa di vita nel 2015”.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook