di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: esodati, per l’ottava salvaguardia domande entro il 2 marzo



 

I lavoratori esodati, beneficiari dell’ottava salvaguardia, potranno presentare la relativa domanda entro il 2 marzo. Ecco tutti i dettagli

riforma pensioni 2016 esodati ottava salvaguardia domande

Nella legge di Bilancio 2017 è stata confermata l’ottava salvaguardia per 30.700 lavoratori esodati, la misura è stata estesa al 31 dicembre 2014 come data di licenziamento per i lavoratori in mobilità da aziende in fallimento prima del 2012. I lavoratori beneficiari dell’ottava salvaguardia secondo quanto previsto nella circolare n. 41/2016 del Ministero del Lavoro devono presentare domanda entro il 2 marzo. I modelli possono essere compilati direttamente dai lavoratori, oppure da soggetti abilitati quali, patronati, consulenti del lavoro, commercialisti e avvocati. Le domande devono essere inoltrate, attraverso Posta elettronica certificata, Pec, o attraverso raccomandata postale con a/r agli ispettorati territoriali del lavoro, che a partire dal 1° gennaio hanno sostituito le direzioni territoriali del lavoro. Inoltre l’Inps ha avvisato con una nuova circolare di avere provveduto ad aggiornare il sistema di gestione delle domande di pensione di anzianità e di vecchiaia alla nuova misura di salvaguardia.

La circolare del Ministero chiarisce che i lavoratori beneficiari dell’ottava salvaguardia sono quelli individuali alle lettere d), e) ed f) dell’art. 1, comma 214 della legge di Bilancio 2017, ovvero legge n. 232/2016:
> comma 214, lett. d): lavoratori cessati per accordi individuali o collettivi o risoluzione unilaterale del rapporto di lavoro;
> lett. e): lavoratori in congedo per assistere i figli con disabilità grave;
> lett. f: lavoratori con contratto di lavoro a tempo determinato e lavoratori in somministrazione con contratto a termine, cessati dal lavoro tra il 1° gennaio 2007 e il 31 dicembre 2011, non rioccupati a tempo indeterminato, con esclusione dei lavoratori del settore agricolo e dei lavoratori con qualifica di stagionali.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2016!

Queste categorie di lavoratori potranno andare in pensione con i requisiti necessari prima dell’entrata in vigore della legge Fornero, in ogni caso la pensione avrà decorrenza successiva al 1° gennaio 2017 e quindi non si avrà diritto a eventuali arretrati. Si accede alla salvaguardia per mezzo della domanda che nella sua formulazione deve avere i dati anagrafici e il codice fiscale del richiedente, l’identificazione dell’azienda o dell’ente pubblico nel quale il lavoratore ha svolto in ultimo la sua attività lavorativa e la precisa tipologia o fattispecie giuridica per la quale si ha diritto all’accesso l’ottava salvaguardia. Infine non bisogna dimenticare che alla domanda va allegata la copia del documento d’indentità.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook