di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: età pensionabile, 15 categorie fuori dall’aumento e altre in arrivo


 

Le categorie professionali esentate dall’aumento automatico dell’età pensionabile, che dovrebbe scattare nel 2019, ora salgono a 15, ecco quali sono, ma il Governo starebbe valutando di escludere altre categorie

Pensioni 2017 news: riforma pensioni, proposta del Governo divide i sindacati, parola al Parlamento

Pensioni 2017 news: età pensionabile, 15 categorie esentate dall’aumento e altre in arrivo

Le categorie di lavoratori che sono esonerate dall’aumento dell’età pensionabile, che dal 2019 sarà di 67 anni, ora sono 15. Dopo un ennesimo incontro tra Governo e sindacati è stata aggiunta un’altra categoria alle 14 già escluse dallo scatto al rialzo del requisito anagrafico. La nuova categoria è quella degli stampatori a caldo, gli operai che danno forma ai prodotti metallici appena usciti dagli altiforni. Mentre lunedì scorso era stata la volta degli operai agricoli, marittimi (voce nella quale sono compresi anche i pescatori) e i lavoratori siderurgici. Le categorie sulle quali il Governo si è basato sono quelle dei lavori gravosi, a partire dalle maestre d’asilo fino agli infermieri. Tutti questi soggetti, stimati intorno alle 17mila unità, dovrebbero poter accedere alla pensione a 66 anni e 7 mesi di età, non operando per loro, dal 2019, l’aumento di 5 mesi.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: età pensionabile, 15 categorie esentate dall’aumento e altre in arrivo

Il nuovo incontro tra Governo e sindacati previsto pe oggi, è stato rinviato a domani, 9 novembre, secondo le ultime indiscrezioni il Governo starebbe valutando di aggiungere altre categorie come gli stampatori a caldo del settore del vetro e i lavoratori del comparto sicurezza quali: poliziotti, carabinieri, finanzieri, vigili del fuoco, vigli urbani e anche le guardie giurate. Per loro l’età di accesso alla pensione alla pensione è già più bassa, a 62 anni, ma anche per queste categorie ci sarebbe l’aumento di 5 mesi dal 2019. Restano ancora esclusi da questo blocco le lavoratrici-madri e i lavoratori precoci. Mentre una novità importante è rappresentata dalla creazione di una commissione scientifica che valuterà l’andamento della speranza di vita per ogni singola categoria di lavoratori. Si punta ad avere i dati nella prossima primavera, con la probabilità d vedere sentate altre professioni dall’aumento dei 5 mesi prima del 2019. Inoltre il Governo ha aperto alla possibilità di vedere diminuire l’età pensionabile nel caso in cui si accorciasse l’aspettativa di vita, al momento infatti il meccanismo è automatico solo al rialzo.

Pensioni 2017 news: età pensionabile, 15 categorie esentate dall’aumento e altre in arrivo

In Parlamento, nel frattempo che Governo e sindacati discutono, sono stati presentati alcuni emendamenti alla Legge di Bilancio, in cui si chiede di rinviare la decisone dell’aumento del requisito anagrafico di 5 mesi a dopo le elezioni politiche, ipotesi non gradita dal presidente dell’Inps, Tito Boeri, ma neanche dai vertici della Banca d’Italia, ieri in audizione in Parlamento sul disegno di legge della manovra economica. Il vice direttore generale Luigi Federico Signorini ha, infatti, spiegato: “C’è la necessità di mantenere, preservare e difendere l’equilibrio del sistema pensionistico. Questo non significa non fare aggiustamenti sui singoli casi meritevoli”. Resta comunque da individuare i cosiddetti “casi meritevoli

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook