di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: età pensionabile, Tito Boeri parla di “controriforma delle pensioni”


 

L’adeguamento dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita è al centro di vero e proprio caso, da un lato il Partito democratico che frena sull’innalzamento dell’accesso alla pensione a 67 anni e dall’altro il presidente dell’Inps Tito Boeri che lancia l’allarme di una controriforma che penalizzerebbe i conti dello Stato e i giovani

Pensioni 2017, età pensionabile Tito Boeri parla di controriforma

Pensioni 2017 news: età pensionabile, Tito Boeri parla di “controriforma delle pensioni”

L’innalzamento dell’età pensionabile a 67 anni rischia di trasformarsi in un vero e proprio caso. Da un lato l’Inps sottolinea che le baby pensioni, a partire dal 2012, hanno gravato sul bilancio dello Stato per un importo pari a 150 miliardi di euro, dall’altro Maurizio Martina, vicesegretario del Pd e ministro delle Politiche agricole, chiede di rivedere l’aumento automatico dell’età pensionabile: “Perché non tutti i lavori sono uguali, non tutti i lavoratori hanno la stessa aspettativa di vita, occorre un rinvio dell’entrata in vigore del meccanismo: i tempi per una discussione parlamentare ci sono e io credo sia giusto prendersi tutto lo spazio utile, c’è ancora un anno di tempo se si vuole discutere e confrontarsi nel merito”. Mentre il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, auspica: “Un dialogo con le forze che stanno alla nostra sinistra”, anche Francesco Boccia, presidente della Commissione Bilancio della Camera ed esponente del Partito democratico, si sofferma sul “time out”: “Il meccanismo non tiene conto di storie e caratteristiche dei lavori”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: età pensionabile, Tito Boeri parla di “controriforma delle pensioni”

Senonché sulla questione del meccanismo dell’aumento automatico dell’età pensionabile legato all’aspettativa di vita è intervenuto il presidente dell’Inps Tito Boeri,che in un’intervista al quotidiano “La Repubblica” ha criticato la scelta politica del Pd di frenare sull’aumento dell’età pensionabile: “C’è solo una ragione per non adeguare l’età pensionabile alla speranza di vita: la prossima campagna elettorale”. Boeri ha spiegato: “Ci vorrà una legge, quindi una riforma pensionistica, anche solo per spostare l’adeguamento al 2018. Anche ammesso e non concesso che dopo le elezioni si facesse l’adeguamento a cinque mesi, questa controriforma delle ci esporrebbe a grandi rischi in un momento di forti tensioni internazionali e di irrigidimento della politica monetaria. Ciò potrebbe provocare un forte aggravio dei costi del servizio del debito pubblico e un conseguente aumento dello spread”.

Pensioni 2017 news: età pensionabile, Tito Boeri parla di “controriforma delle pensioni”

Il presidente dell’Inps dopo avere avvertito del rischio di una “controriforma sulle pensioni” ha evidenziato che sarebbero i giovani a pagare in futuro un mancato adeguamento dell’età pensionabile: “Sono i contributi degli attuali lavoratori che pagano le pensioni degli attuali pensionati. Più anni di vita senza adeguamento vogliono dire più pensioni da finanziare con le proprie tasche. È una questione di equilibrio del sistema previdenziale e di equità intergenerazionale. Il Parlamento ha votato le riforme degli anni scorsi decidendo che il nostro sistema previdenziale deve tornare su un sentiero di equilibrio. È stato il biglietto da visita con cui ci siamo presentati in Europa per ottenere più flessibilità nei conti pubblici. L’automatismo ci mette al riparo dalla miopia dei politici che soprattutto in prossimità delle elezioni sono tentati da interferire sull’equilibrio del sistema. Tra l’altro, ho l’impressione che i politici prendano spesso posizioni d’istinto, senza guardare i numeri. Lo sanno che i beneficiari del rinvio sarebbero circa 175 mila persone, mentre ci sono platee più vaste (a partire dai bloccati dagli adeguamenti del 2013 e 2016, e dalle 25 mila donne che hanno accettato forti riduzioni delle pensioni, con l’opzione donna, pensando che ci sarebbe poi stato l’adeguamento) che non saranno affatto contente di questo regalo concesso alle classi che vanno da giugno 1952 a luglio 1954?”

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook