di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: incontro 13 novembre, Governo presenterebbe un dossier, sindacato una controproposta


 

Ultime ore di trattativa tra Governo e sindacati sulle pensioni, prima dell’incontro politico di domani 13 novembre. Il Governo sarebbe pronto a presentare un proprio Dossier, mentre i sindacati hanno avanzato la proposta di un mini sconto di un mese sull’età pensionabile. Ecco tutti i dettagli

Pensioni 2017 news: riforma delle pensioni in sette punti, ecco la proposta del Governo

Pensioni 2017 news: incontro 13 novembre, Governo presenterebbe un dossier, sindacato una controproposta

Domani, 13 novembre, si prospetta una giornata intensa e decisiva per la riforma delle pensioni da attuare con l’imminente legge di Bilancio. Gli incontri tecnici tra Governo e sindacati sulle diverse questioni relative alla previdenza, che si sono tenuti nelle ultime due settimane, hanno fatto registrare “un’apertura” dell’Esecutivo. Le nuove posizioni del Governo consistono principalmente nell’ampliamento delle categorie per le quali verrebbe bloccato a 66 e 7 mesi, l’aumento dell’età pensionabile, anziché passare a 67 anni dal 2019. Le categorie aggiunte alle 11 classificate come attività gravose che possono già usufruire dell’Ape social sono: marittimi, pescatori, agricoli e siderurgici.

Pensioni 2017 news: incontro 13 novembre, Governo presenterebbe un dossier, sindacato una controproposta

Secondo le ultime notizie il Governo domani potrebbe presentare un dossier sulle pensioni contenente oltre al blocco dell’età pensionabile per le categorie ampliate di lavoratori addetti a mansioni gravose, un nuovo meccanismo di calcolo dell’aspettativa di vita a cui è agganciata l’età pensionabile, una proposta sulle pensioni future, quelle dei giovani lavoratori, la proroga al 2019 di Ape social e l’equiparazione tra pubblico e privato della fiscalità per la previdenza integrativa.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: incontro 13 novembre, Governo presenterebbe un dossier, sindacato una controproposta

In vista dell’incontro di domani si sta tentando un ultimo passaggio di mediazione con il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, dal momento che i sindacati criticano fortemente la proposta del Governo di bloccare l’età pensionabile solo per 15 categorie di lavoratori. La Cgil, in particolare, confutano le stime sulla quantità dei lavoratori coinvolti: tra le 15 e le 20 mila secondo i calcoli del Governo, meno per il sindacato. Comunque l’offerta non dovrebbe essere accolta. Ed ecco secondo quanto riportato dal quotidiano “Il Corriere della Sera”: “Farsi strada la richiesta dei sindacati e la trattativa riservata su un intervento diverso: un mini sconto ma per tutti. L’ipotesi è far salire l’età della pensione nel 2019 a 66 anni e 11 mesi. Un mese in meno rispetto a quanto si dovrebbe fare per legge applicando l’adeguamento alla speranza di vita. Mentre le categorie da esentare del tutto sarebbero «congelate» in attesa dei risultati della commissione scientifica che analizzerà l’andamento della speranza di vita per ogni categoria professionale. Il costo sarebbe intorno ai 600 milioni di euro l’anno. Non un dettaglio. E la trattativa sembra in salita anche per la netta contrarietà del ministero dell’Economia. Non tanto per il costo diretto. Ma per il segnale che verrebbe dato ai mercati internazionali, smontando un pezzettino della riforma delle pensioni”. I sindacati chiederebbero un mese di sconto perché tra l’anno 2014 e il 2016 si è registrato un aumento di cinque mesi, ma nel 2015 c’è stata una flessione di cui non si è tenuto conto. Il nuovo meccanismo di calcolo dovrebbe essere utilizzato soltanto a partire dal 2021. I sindacati chiedono di renderlo operativo in modo retroattivo, già per lo scatto del 2019 che deve essere formalizzato entro fine 2017. Dunque domani c’è molta attesa per un eventuale accordo tra le parti, pena esporre il capitolo delle pensioni alle incursioni degli emendamenti alla Legge di Bilancio.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook