di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici scrivono a Papa Francesco


 

Le lavoratrici che a gran voce stanno chiedendo al Governo la proroga del regime Opzione Donna, hanno scritto una lettera aperta a Papa Francesco “Per la difesa del diritto delle donne a un accesso più equo alla pensione”.

Pensioni Opzione donna, la lavoratrici scrivono la Papa

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici scrivono a Papa Francesco

Le lavoratrici che si battono per la proroga del regime di Opzione Donna, attraverso il quale si può lasciare il lavoro, per la pensione, a 57 anni di età con 35 anni di contributi anche se con il calcolo integralmente contributivo dell’assegno pensionistico, sono molto impegnate in tante iniziative, per sostenere la loro richiesta. Moltissime tra di loro hanno aderito a diversi gruppi che si sono organizzati sui social. Sulla bacheca social di uno di questi, Movimento Opzione Donna, è stata pubblicata una lettera aperta rivolta a Papa Francesco “Per la difesa del diritto delle donne a un accesso più equo alla pensione”.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici scrivono a Papa Francesco

Le donne si rivolgono affettuosamente al Papa come “figura di rifermento per la cristianità”, perché lo stesso Papa Francesco ha: ”Ricordato con poche ma essenziali parole gravano oggi troppe disparità ed ingiustizie sulle donne”, per il suo stesso incoraggiamento alle “lavoratrici sfruttate” e perché nel suo discorso ai delegati della Cisl ha ricordato che: “È una Socieà stolta e miope quella che costringe gli anziani a lavorare troppo a lungo e obbliga un’intera generazione di giovani a non lavorare quando dovrebbero farlo, per loro e per tutti”.

Pensioni 2017 news: Opzione Donna, le lavoratrici scrivono a Papa Francesco

Le lavoratrici nella lettera ricordano a sua “Santità carissima, quello che chiedono migliaia di donne invocando a gran voce la proroga di Opzione Donna è proprio di mettere fine a quel sovvertimento che una “Società stolta e miope” sta compiendo, “costringendo gli anziani a lavorare troppo a lungo e obbligando i giovani a non lavorare”. Con Opzione Donna è data la possibilità alle donne di uscire in un tempo più adeguato e giusto dal mondo del lavoro permettendo ai giovani di accedervi al loro posto. Contestualmente, esse offrono allo Stato buona parte del proprio assegno pensionistico, rinunciandovi per sempre, perché lo reinvesta per creare lavoro. C’è poi un motivo ulteriore, oggi più di ieri, perché Opzione Donna rappresenta ormai ”un bisogno” per migliaia di donne, un motivo grave costituito dalla sempre crescente povertà e dalla mancanza di lavoro. Troppe donne hanno perso il lavoro e stentano a ritrovarne un altro. Il lavoro manca per i giovani ed una persona ultracinquantenne, soprattutto donna, non ha speranza di reinserirsi”. Infine rivolgono un appello al Caro Papa Francesco: “Perché quest’ulteriore ingiustizia contro le Donne avviata dall’attuale governo nell’ultimo biennio, ma non del tutto perfezionata, possa ancora essere evitata grazie al varo della Proroga di Opzione Donna. Anche una sola parola in nostra difesa può essere decisiva perché ciò avvenga”. Le donne concludono chiedendo al Papa un’udienza.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook