di Maria Concetta Distefano in , ,

Pensioni 2017 news: pensioni di garanzia, Opzione Donna ed età pensionabile nella fase due


 

Governo e sindacati si apprestano a un altro tavolo tecnico di approfondimento sui temi della pensione di garanzia per i giovani, dei benefici previdenziali per le donne e della revisione dell’adeguamento to dell’età pensionabile alla speranza di vita

Pensioni 2017 news: Opzione donna, lavori di cura o Ape donna social nella prossima legge di Bilancio?

Pensioni 2017 news: pensioni di garanzia, Opzione Donna ed età pensionabile nella fase due

È ripartito il cantiere della seconda fase della riforma delle pensioni, dal confronto tra il Governo e i sindacati, ancora nella fase di approfondimento tecnico, in autunno dovranno uscire i provvedimenti che poi verranno inseriti nella prossima legge di Bilancio, che il Governo presenterà al Parlamento entro la fine del 2017. I temi più urgenti e importanti, sul tavolo della discussione, riguardano una forma di pensioni di garanzia per i giovani lavoratori danneggiati da carriere lavorative discontinue, bassi salari e dal calcolo integralmente retributivo della futura pensione, una modifica del meccanismo di adeguamento automatico dell’età pensionabile alla speranza di vita e un riconoscimento, ai fini pensionistici, della maternità e del lavoro di cura per le lavoratrici.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI 2017!

Pensioni 2017 news: pensioni di garanzia, Opzione Donna ed età pensionabile nella fase due

Per quanto riguarda l’urgenza dell’adeguamento automatico alla speranza di vita, che nel 2019 porterebbe l’età per la pensione di vecchiaia a 66 anni e 11 mesi, Cgil, Cisl e Uil ne chiedono lo stop, per rivedere il sistema, o cancellandolo del tutto o graduandolo in relazione alla tipologia di lavoro svolto. I due presidenti delle Commissioni Lavoro di Camera e Senato, Cesare Damiano e Maurizio Sacconi, con una posizione congiunta hanno proposto che lo scatto dell’adeguamento venga allargato da 2 a 5 anni, rinviandolo di fatto al 2022. Damiano ritiene che come già fatto per il blocco temporaneo dell’adeguamento per i lavori usuranti e quelli notturni, ora si possa estendere questo provvedimento anche ai lavoratori addetti a mansioni gravose e ai precoci.

Pensioni 2017 news: pensioni di garanzia, Opzione Donna ed età pensionabile nella fase due

Gli argomenti della seconda fase della riforma sono, comunque, già stati individuati nel verbale d’intesa che Governo e sindacati hanno firmato il 28 settembre del 2016 e vanno dalla pensione contributiva di garanzia per i giovani, all’incentivazione della previdenza integrativa con l’eliminazione delle diversità tra settore pubblico e privato, la cancellazione dei vincoli sull’assegno mensile per chi è nel contributivo, il riconoscimento del lavoro di cura a fini previdenziali, l’adeguamento degli assegni previdenziali al costo della vita, il recupero del potere d’acquisto delle pensioni, la separazione da previdenza e assistenza. Mentre, per quanto riguarda l’attuazione dei provvedimenti adottati con la precedente legge di Bilancio, resta da definire l’Anticipo pensionistico in forma volontaria e le semplificazioni per l’accesso alla pensione dei lavoratori addetti a mansioni usuranti. Da parte sindacale c’è la richiesta di allargare i beneficiari dell’Ape sociale, e anche dell’ottava salvaguardia oltre che una proroga del regime di Opzione Donna riutilizzando i risparmi derivanti dalle risorse già stanziate per questa finalità.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook