in

Pensioni 2018 aumenti: quali sono le novità? Tutto quello che devi sapere (GUIDA)

Pensioni 2018 aumenti, quali sono le novità? Dallo scorso gennaio sono previsti nuovi importi per i pensionati: nel nuovo anno, infatti, il trattamento minimo pensionistico torna finalmente a crescere ed i pensionati, dopo due anni di blocco, vedono accrescere, anche se di poco, il loro assegno pensionistico 2018. L’assegno della pensione minima 2018 è passato dagli attuali 501,89 a 507,41 euro, grazie al meccanismo automatico di adeguamento delle pensioni all’inflazione, la cosiddetta rivalutazione ISTAT sulla base dei prezzi al consumo, tabacchi esclusi, per le famiglie di operai e impiegati che è l’indice su cui ci si basa per le prestazioni previdenziali e assistenziali. In attesa di capire quale sarà la nuova riforma delle pensioni, andiamo a vedere nello specifico quali sono gli aumenti registrati per le Pensioni 2018.

Leggi anche: Tutte le novità sulla Riforma Pensioni 2018

Pensioni 2018 aumenti: perché non è stata una mossa politica

L’aumento pensioni 2018 non è dovuto da una manovra politica quanto invece per il meccanismo automatico di adeguamento delle pensioni all’inflazione. Infatti, ogni anno, gli aumenti, ma anche le diminuzioni, degli importi delle prestazioni previdenziali e assistenziali, sono fissati sulla base dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo, tabacchi esclusi, per le famiglie di operai e impiegati.  L’aumento Pensioni 2018 per la rivalutazione ISTAT positiva ha fatto tornare a crescere gli importi delle pensioni: a beneficiare maggiormente degli aumenti sono le pensioni più basse in quanto la perequazione piena all’inflazione è applicata solo su queste.

Pensioni 2018 aumenti: tutti gli importi

Qui di seguito vediamo un quadro chiaro delle Pensioni 2018 aumenti partiti dallo scorso gennaio. La prestazione in aumento spetta alle seguenti figure:

  • Aumento pensioni minime 2018: da 501,89 a 507,41 euro
  • Aumento assegno sociale 2018: da 448,07 a 453 euro;
  • Aumento dei limiti di reddito per l’integrazione al minimo o il cumulo delle pensioni ai superstiti.
  • Aumento dei vitalizi;
  • Aumento assegni “ordinari” in pagamento.
  • Aumento pensioni di invalidità civile.

Gli importi dopo l’aumento delle Pensioni 2018:

  • per chi ha un assegno pensione di 1.000 euro lordi al mese: aumento di 11 euro al mese;
  • per chi ha un assegno pensionistico di 1.600 euro lordi al mese: l’aumento sarà di 16,72 euro;
  • per chi prende 2.100 euro lordi al mese: aumento di 17,33 euro.

terremoto oggi l'aquila

Terremoto oggi in Indonesia: scossa magnitudo 6.0 poco fa, i dettagli

Assunzioni Ferrovie dello Stato marzo 2018: posizioni aperte per capo stazione, requisiti, sedi e scadenza per presentare domanda (FOTO)