di Michela Becciu in

Pensioni news, trattenuta dello 0,1%: ecco quanto si dovrà restituire all’Inps


 

Pensioni, scatta la trattenuta dello 0,1%: da febbraio la restituzione all’Inps, ecco quanto si perde

Pensioni 2017 news, Ape sociale domande entro il 30 giugno

Il 2017 porta brutte notizie per tutti i pensionati d’Italia. A breve scatterà infatti una nuova trattenuta sulla pensione, dello 0,1%. Non solo: l’erogazione del pagamento avverrà d’ora in poi il primo giorno utile del mese, e non il ‘primo bancabile’, come da decreto legislativo del 21 maggio 2015. Ciò significa che potrebbe capitare talvolta di dover attendere qualche giorno in più per ritirare la propria pensione.

Una trattenuta dello 0,1% che l’Inps farà su tutte le pensioni, che scatterà dal prossimo febbraio, e che dunque tra circa 60 giorni vedrà i pensionati costretti a restituire una parte della rendita annuale. L’istituto di previdenza in virtù di questa novità incasserà la differenza tra l’inflazione che era stata programmata, prevista allo 0,3% nel 2014, e quella effettiva che di fatto invece è stata stimata allo 0,2% per l’anno 2015. La restituzione era fissata al 1° gennaio 2016, ma la penultima Legge di Stabilità del governo Renzi, rinviò il prelievo all’anno successivo.

Benché si tratti di un piccolo salasso, un importo esiguo di circa 15 euro una tantum per gli assegni lordi intorno ai 1.500 euro, la notizia ha già scatenato la reazione dei sindacati. Così Cgil: “In questo modo tutte le pensioni avranno una perdita di valore. Nel caso di una pensione al minimo la perdita sarà di 6,50 euro all’anno e di 13 euro per una da 1.000 euro. Cifre che possono sembrare di poco conto ma che incidono in particolare sulle pensioni basse per le quali qualche euro in più o in meno al mese fa la differenza”. Amarezza nelle parole di Romano Bellissima, segretario della Uil pensionati: “In 30 anni abbiamo perso il 30% del potere di acquisto delle pensioni”. La restituzione dovrebbe avvenire in quattro rate, la prima presumibilmente a marzo.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook