di Redazione in

Ecco perché la masturbazione andrebbe insegnata a scuola


 
MySecretCase.com

MySecretCase.com nasce nel 2014 come primo sexy shop online al femminile in Italia e da subito, tra blog, eventi e workshop “curiosi”, riesce ad affermarsi come punto di riferimento per una discussione a 360° sul mondo della sessualità. Il suo team 100% in rosa vi racconterà con ironia e puntualità tutto quello che ancora non sapete sulla grande “S”. Soddisfare la vostra curiosità sarà il nostro più grande piacere: ecco a voi dunque la sedicesima “puntata” di Secret Love, buona lettura!

secret love

Una giovane donna non impara come darsi piacere, come dovrebbe essere un orgasmo, che dovrebbe provare soddisfazione. Ho sempre sognato di scrivere un libro dal titolo ‘Non c’è un modo giusto di masturbarsi’. Se la masturbazione fosse insegnata a scuola, quante ragazze avrebbero l’herpes genitale a 16 anni o sarebbero incinte a 14?

Così Shailene Woodley parlava a Net-a-porter appena qualche mese fa, contribuendo così a rilanciare, insieme ad altre star come Emma Watson – testimonial di OMGYes – Miley Cyrus e Lena Dunham, il tema del diritto alla masturbazione e all’educazione sessuale nelle scuole.

Al di là della retorica sulla masturbazione come tabù di matrice cattolica, quello che in molti non sanno è che la masturbazione, sia maschile che femminile, fa veramente bene alla salute ed è un fenomeno talmente naturale e poco connesso con il sesso tout court da essere praticato, nella forma di un lieve sfregamento, persino dal feto nel grembo materno. E poi non è forse meglio che tua figlia si masturbi invece di rimanere incinta troppo presto o di contrarre qualche malattia a trasmissione sessuale (per cui si raccomanda quantomeno di comprarle dei preservativi)?

Ecco i motivi per cui è importante capire che per i ragazzi masturbarsi è normale:

  • esplorano i loro corpi ed imparano come funzionano;
  • guardano al loro corpo con disinvoltura e senza imbarazzo;
  •  la masturbazione concilia la calma e il sonno;
  • avranno una relazione sessualmente più consapevole ed appagante da grandi;
  • masturbarsi ti rende indipendente e ti aiuta a capire che non hai per forza bisogno di qualcun altro per stare bene.

Questo non vuol dire, secondo l’obiezione di diverse associazioni di genitori, impartire dei tutorial su “come masturbarsi“, ma semplicemente parlarne come di un avvenimento normale all’interno, questo sì, di lezioni più ampie di educazione sessuale e sentimentale.

La frase più indicata da parte di un genitore potrebbe essere: “Ti prometto che quando sarai in bagno o in camera per i fatti tuoi non entrerò mai senza prima bussare la porta“, legittimando e appoggiando l’adolescente a viversi pienamente i suoi momenti di privacy. Anche perché la masturbazione ha dei benefici immediati: ridimensiona le aspettative rispetto al sesso, di cui tutti dicono che sia bellissimo per poi rivelarsi un disastro la prima volta; insegna che il clitoride c’è e va stimolato; aiuta ad essere prestanti al primo appuntamento (e non “carichi come una pistola” come Ben Stiller in Tutti pazzi per Mary), ed infine scongiura le “masturbation horror stories“, vale a dire l’inserimento di cotton fioc nell’uretra o la “grande raccolta” degli ortaggi. Insomma, se proprio non siete dei liberali, mettete in campo la logica del “meno peggio”: la masturbazione, almeno quella, male sicuro non fa.

* In questo articolo alcuni prodotti possono essere citati per finalità commerciali.

>>> QUI LE PUNTATE PRECEDENTI DELLA RUBRICA 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook