di Antonio Paviglianiti in

Personale Ata 2017 terza fascia: come scegliere le sedi? (GUIDA)


 

Personale Ata 2017 terza fascia bando: come scegliere le sedi? I consigli utili in vista della presentazione della domanda!

Personale Ata 2017 terza fascia bando

Personale Ata 2017 terza fascia: dopo aver inoltrato domanda rispettando la scadenza del Bando Ata 2017,  adesso è tempo di pensare a dove indirizzare la propria candidatura per entrare nel mondo della scuola in qualità di Personale Amministrativo. Riportiamo tutte le info utili per scoprire come entrare nel mondo della scuola con il Personale Ata: istruzione, scelta sedi, scadenze e documenti utili.

>>> TUTTE LE NEWS CON URBANPOST <<<

Personale Ata 2017: come viene calcolato il punteggio?

Ma come calcolare il punteggio per diventare Personale Ata nel mondo della scuola ed essere inseriti in graduatoria di terza fascia? Quali sono i requisiti? Anzitutto, si può entrare solo con il diploma di maturità. Infatti, sarà questo a stabilire quale sarà il punteggio di base di ogni singolo candidato: i punti saranno calcolati in decimi rapportati al voto di diploma. Chi è uscito con 100 da scuola avrà, di default, dieci punti. Chi è uscito con 100 e lode, invece, ne avrà 11. Chi con 60 solamente 6.

Personale Ata 2017

Altro titolo culturale che dà punteggio, invece, è la laurea. A prescindere che si tratti di un titolo triennale o magistrale, oppure una laurea quinquennale di vecchio ordinamento, questo titolo culturale è considerato accessorio e dà diritto ad altri 2 punti, senza prendere in considerazione il voto finale.  Altri titoli da presentare che possono dare punteggio sono le certificazioni informatiche, come la NUOVA ECDL. 

Personale Ata 2017: scelta delle sedi, ecco la data

La data per la scelta delle sedi per aver accesso al Personale Ata 2017 è stata annunciata dalla Gilda Forlì-Cesena-Rimini. In un comunicato sono stati evidenziati i tempi di inizio della seconda fase del bando: “Graduatorie d’istituto di terza fascia del personale ATA. L’istanza polis per trasmettere l’allegato D3 di scelta delle sedi sarà disponibile dal prossimo lunedì 13 novembre.” Dunque, prima del 1 dicembre si potranno iniziare già a scegliere le sedi per il Personale Ata 2017.

>>> TUTTO SUL PERSONALE ATA <<<

Personale Ata 2017 sedi: quali province scegliere?

In quali province conviene fare domanda per il Personale Ata 2017 con il bando di Terza Fascia? Dove conviene indirizzare la propria richiesta di “disponibilità a entrare nel mondo della scuola”? Anzitutto, le Regioni bruciate sono quelle del Mezzogiorno dove la richiesta è alle stelle e le graduatorie sono intasate: le scuole, infatti, sono già abbondantemente “piene” di Personale Ata. Piuttosto, al Nord è più facile essere chiamati. In particolare, le Regioni dove ci sono più possibilità di essere convocati per una supplenza con Personale Ata 2017 sono Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. Ricordiamo che ormai non è più possibile modificare la provincia poiché indicata nella domanda scaduta il 31 ottobre.

Personale Ata 2017 terza fascia ricorso: come presentare Istanza?

Così come viene riportato dal sito specializzato sul mondo della scuola, Orizzonte Scuola, è possibile presentare ricorso per errori nel punteggio per quanto concerne la domanda di concorso del Personale Ata 2017 terza fascia.  “Il reclamo va presentato solo quando le graduatorie saranno pubblicate ufficialmente sul sito della scuola in forma provvisoria ed è possibile presentare reclamo entro 10 giorni.”

Cosa succede, invece, in  caso di esclusione dalle graduatorie ATA? “In caso di esclusione, nullità o avverso le graduatorie, è ammesso reclamo al dirigente dell’istituzione scolastica che gestisce la domanda di inserimento (ovvero la scuola che ha ricevuto la domanda). – scrive ancora Orizzonte Scuola – Il reclamo deve essere prodotto entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria. Nel medesimo termine si può produrre richiesta di correzione degli errori materiali.”

Personale Ata 2017 terza fascia: scoppia lo scandalo titoli falsi

Il Miur condanna quanto emerso dal servizio di Striscia La Notizia ad Avellino in merito alla compravendita di titoli per la partecipazione al bando per le supplenze del personale Ata, chiedendo chiarimenti al sindacato interessato. Il Ministero richiederà anche la collaborazione delle altre istituzioni competenti per il rilascio dei titoli di qualifica per indagare in modo efficace sulla vicenda, parallelamente con le indagini della Magistratura. Intanto arriva la dovuta precisazione: non si tratta di un bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato, ma delle graduatorie di istituto per le supplenze.

 

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook