in

Piacenza uomo aggredisce moglie e figlio a colpi di chiave inglese: entrambi in fin di vita

Piacenza: un uomo di 62 anni ha aggredito moglie e figlio con una chiave inglese, entrambe le vittime sono in fin di vita. L’aggressore è Aldo Silva, arrestato dai carabinieri a Castellarquato, in provincia di Piacenza. La moglie e il figlio, di 58 e 23 anni, sono state soccorse e ricoverate d’urgenza all’ospedale Maggiore di Parma. Il fermato ha ucciso anche il cane e ha aperto il gas. Secondo l’accusa avrebbe aggredito moglie e figlio colpendoli in testa con una chiave inglese, riducendoli in fin di vita.

La brutale aggressione secondo quanto emerso sarebbe avvenuta nella loro abitazione. Pare che l’uomo fosse seguito dai servizi sociali: avrebbe aggredito il figlio mentre dormivano, la notte scorsa, avrebbe prima ferito il figlio e subito dopo la donna si è svegliata dalle grida. L’uomo si è poi barricato nel bagno di casa e ha ucciso il cane, per poi aprire il rubinetto del gas. Proprio in queste ore sarebbe in corso nella caserma di Castellarquato il suo interrogatorio.

Potrebbe interessarti anche: Fabrizio Corona esce dal carcere: sarà trasferito in una comunità di recupero

Una volta giunti sulla scena del crimine, i soccorritori hanno trovato Marco Silva e Vilma Pighi, 23 e 58 anni, in fin di vita. Sarebbero in condizioni gravissime, ricoverati nel reparto di Rianimazione, dove sono giunti in condizioni disperate a bordo dell’elisoccorso. L’arma dell’aggressione sarebbe uno strumento in ferro, probabilmente una chiave inglese o un giratubi. Non ci sono al momento conferme ufficiali sulla ipotesi che l’uomo abbia ucciso anche il cane. A scoprire la mattanza sarebbe stato un parente che ha subito chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati il 118, i vigili del fuoco e i carabinieri della compagnia di Fiorenzuola e del nucleo investigativo, che hanno sottoposto la scena del crimine a i rilievi ed accertamenti che il caso impone.

Replica Isola dei Famosi 2018 del 20 febbraio 2018: ecco dove vedere il video integrale

Marco Boni scomparso a Riva del Garda: un testimone lo avrebbe visto, ecco dove