in

Porto Recanati hotel degli orrori: ossa umane ritrovate appartengono a due ragazzine

Aggiornamento ore 18:35 – Potrebbe appartenere a un bambino di 8-10 anni – non si sa se di sesso maschile o femminile – uno dei due corpi i cui resti stanno affiorando nei dintorni del grattacielo multietnico Hotel House a Porto Recanati (Macerata).

*****

Porto Recanati: le ossa umane rinvenute lo scorso 27 marzo apparterrebbero a due persone. Per la precisione a due donne di giovane età. Si trovavano in un pozzo durante gli scavi compiuti nei pressi di un casolare abbandonato nei dintorni dell’Hotel House di Porto Recanati (Macerata). Orrore si aggiunge ad orrore: non una, dunque, ma due persone sarebbero state uccise e i cadaveri occultati in quel cimitero degli invisibili’. Una di queste donne sarebbe Cameyi Mossamet, la 15enne bengalese scomparsa da Ancona il 29 maggio 2010. La Procura ha avviato le indagini per omicidio e occultamento di cadavere. A far emergere l’esistenza di quel pozzo degli orrori sito in località Santa Maria in Potenza è stata un’operazione antidroga della Guardia di finanza. A pochi metri dall’hotel House è stato dapprima ritrovato un femore, e da lì sono partiti ulteriori accertamenti che di ora in ora hanno riportato alla luce altre ossa umane, sia intere che frammentate, che da subito avevano fatto ipotizzare agli inquirenti che potessero appartenere a più d’una persona. E siffatta possibilità si sarebbe dunque rivelata fondata stando alle indiscrezioni di queste ore.

Porto Recanati ossa umane in un pozzo: appartengono a più persone, scavi in corso

Scomparsa ad Ancona nel 2010: al via analisi Dna ossa trovate a Porto Recanati

Sarà a breve avviato il confronto fra il Dna della ragazzina scomparsa ad Ancona, conservato nella banca dati a disposizione degli inquirenti, e quello contenuto nelle ossa ritrovate. Le ultime tracce della 15enne in vita si persero proprio nei pressi di quell’hotel, dove viveva l’allora fidanzatino Monir Kazi, al tempo 20enne, unico indagato per sequestro di persona. Sempre in quel punto, infatti, fu localizzato per l’ultima volta il cellulare della ragazzina, che viveva ad Ancona con la famiglia.

Ossa umane a Porto Recanati: “Abbattete Hotel House”

A seguito della scoperta di resti di adolescenti presso l’Hotel House “famigerata struttura che ospita 2.500 illegali e le mafie più pericolose” Roberto Fiore, segretario di Forza Nuova, ha dichiarato: “L’Hotel House va abbattuto, i suoi residenti espulsi immediatamente, visti gli scempi disumani consumati al suo interno e la presenza di resti umani, un sacerdote dovrebbe benedire i terreni sottostanti. In quei posti sono stati commessi crimini inenarrabili, molte Pamela hanno trovato lì la propria morte; inoltre in quelle zone ormai le mafie sono al potere e non permettono a nessuno di entrare”. E’ risaputo infatti che il pozzo dove è stato rinvenuto un cranio, delle costole e anche una scarpa bianca, oltre a brandelli di foulard e di maglia riconducibili alla 15enne scomparsa, si trova nei pressi dell’edificio fatiscente regno di degrado e spaccio di droga.

resti umani porto recanati

“Vogliamo coinvolgere la popolazione maceratese e marchigiana” – ha aggiunto Fiore, il cui feroce attacco alla procura maceratese è stato riportato dall’Ansa – “contro quella che può essere considerata una delle ferite più gravi che siano mai state inflitte al nostro territorio. Ma purtroppo la Procura di Macerata sembra non vedere quel che succede; senza contare che assurdamente non ha ancora accusato i nigeriani di Pamela di omicidio. A fronte di questo, è doveroso che il ministero debba urgentemente iniziare indagini contro i magistrati per le incredibili omissioni”.

def 2018

Governo 2018, cosa è il Documento Economia e Finanza (DEF) e perché deciderà le sorti del prossimo esecutivo?

Marine Le Pen a Matrix: “Totale fiducia in Matteo Salvini”