in

Porto Recanati pozzo degli orrori news, ossa umane: poco fa la prima certezza investigativa

Porto Recanati pozzo degli orrori ultime notizie oggi 12 aprile: arriva la prima notizia ufficiale dopo quindi giorni di scavi nell’area circostante il fabbricato detto ‘Hotel House’ dove il 28 marzo scorso sono state rinvenute ossa umane all’interno di un pozzo. Ebbene, dopo diversi accertamenti gli inquirenti hanno appurato che quei resti ossei appartengono non a due persone, come invece ipotizzato in un primo momento, ma solo ad un soggetto. Ossa di un/una adolescente che, lo riferisce Chi l’ha visto? nell’edizione quotidiana di oggi, potrebbero concretamente appartenere a Cameyi Mosammet, la 15enne bengalese scomparsa da Ancona il 29 maggio 2010, le cui tracce si persero proprio nei pressi di quell’hotel, dove viveva l’allora fidanzatino Monir Kazi, al tempo 20enne, unico indagato per sequestro di persona.

Una possibilità, questa, che nelle ultime ore avrebbe preso consistenza. Smentita dunque l’indiscrezione iniziale secondo la quale i frammenti di ossa appartenessero anche ad un bambino tra gli 8-10 anni. Proprio oggi si sono conclusi gli accertamenti della Polizia Scientifica, coadiuvata anche dai cani, nell’area in oggetto. Tutte le ossa repertate sono state portate a Roma per essere analizzate.

Leggi anche: Porto Recanati pozzo degli orrori news: nuove ricerche con cani, arrivano altri 10 carabinieri

resti umani porto recanati

Proprio nei giorni scorsi nella zona dell’Hotel House era stato inviato un ‘rinforzo’ di dieci carabinieri per effettuare dei controlli sul posto, “spesso teatro di attività di spaccio di stupefacenti e dove sono state trovate ossa umane appartenenti a due corpi”. Le prime attività investigative in queste ore hanno già dato risultati: nell’edificio è stata infatti smantellata una vera e propria attività di spaccio di stupefacenti nell’appartamento al sedicesimo piano del palazzo. Questa mattina i Carabinieri, impegnati nell’imponente servizio di controllo straordinario che è cominciato proprio all’interno dell’edificio multietnico e che è ancora in corso sul territorio comunale di Porto Recanati, nel succitato appartamento, occupato abusivamente, hanno trovato evidenti tracce di materiali utili al confezionamento di droga e strumenti solitamente utilizzati per il consumo della stessa. Durante il blitz non sono stati trovati gli occupanti dell’appartamento, i quali presumibilmente avevano lasciato quelle mura già da alcuni giorni. L’appartamento è stato posto sotto sequestro.

Reddito di cittadinanza m5s

Reddito di Cittadinanza M5S: quale costo per lo Stato? I dettagli sul sussidio pentastellato

Uomini e Donne non va in onda

Uomini e Donne trono classico, Gianni Sperti dichiara: “Lorenzo è un tronista”