di Andrea Monaci in

Pos obbligatorio per i commercianti, Bussoni (Confesercenti): «Politiche di vecchio stampo che non servono a nulla»


 

«E’ solo un annuncio pubblicitario. Si tratta di politiche di vecchio stampo che non servono a nulla». E’ l’opinione di Mauro Bussoni, segretario generale di Confesercenti, dopo l’annuncio del Governo di voler rendere obbligatorio il Pos in tutti gli esercizi commerciali, per poter pagare con bancomat e carta di credito

«E’ solo un annuncio pubblicitario. Si tratta di politiche di vecchio stampo che non servono a nulla». E’ tranchant il commento di Mauro Bussoni, segretario generale di Confesercenti, dopo l’annuncio del Governo di voler rendere obbligatorio il Pos in tutti gli esercizi commerciali, per poter pagare con bancomat e carta di credito. Intervenndo questa mattina in diretta su Radio Cusano Campus, il segretario di Confesercenti ha detto di essere da sempre tra i fautori della moneta elettronica, ma ne ha ricordato l’elevato costo rispetto gli altri paesi europei.

Sulla caccia alle streghe scatenata verso il denaro contante, Bussoni ha poi aggiunto: «In un Paese civile, dove c’è libertà d’impresa e il contante non è stato dichiarato fuori legge, un imprenditore deve essere libero di scegliere se avere clienti che pagano solo in contanti. Quindi chiediamo al governo di fare una politica incentivante piuttosto che repressiva».

Sul tema delle sanzioni per chi non si mette in regola il segretario generale di Confesercenti ha detto che «Non si può modernizzare il Paese facendo multe anziché dare incentivi. Uno che ha la convenienza di mettere il Pos lo mette, uno che non ha la convenienza non lo mette, perché deve essere obbligato?»

«Il problema dell’evasione del fisco in Italia dipende dai tabaccai, dai baristi? Io sono il primo che dice: ben venga tutto quello che è tracciato, ma facciamolo per bene, dando degli incentivi –  ha affermato Bussoni in conclusione dell’intervista a “Dentro La Notizia”, su Radio Cusano – altrimenti diventa solo un annuncio pubblicitario, quando in realtà il Paese ha bisogno di essere modernizzato. Queste sono politiche di vecchio stampo, che non danno assolutamente benefici, anzi fanno solo arrabbiare di più gli esercenti».

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook