in

Presidenza Rai nomina: Marcello Foa ok? No, scende in campo Silvio Berlusconi

È stata presentata una risoluzione a nome della maggioranza da parte di Tiramani (Lega) in cui si chiede al cda Rai di provvedere alla nomina del Presidente della commissione di Vigilanza. Nella relazione iniziale il presidente della Vigilanza Rai Alberto Barachini ha detto che non è stato possibile concordare con i ministri Giovanni Tria e Luigi Di Maio la loro audizione. Intanto, resterebbe in stand-by la nomina alla presidenza di viale Mazzini di Marcello Foa. Ma ancora per poco. A meno di 24 ore dalla seduta della Commissione di Vigilanza Rai, a quanto apprende l’AdnKronos, si prende tempo, in attesa che Matteo Salvini definisca l’accordo con Silvio Berlusconi, con cui in queste ore si dovrebbe chiudere la partita. La maggioranza gialloverde è infatti convinta di essere ad un passo dal via libera definitivo all’ex inviato del Giornale. Ma “si seguirà l’ordine del giorno, che riguardava le tribune elettorali per le prossime elezioni”, fanno sapere fonti parlamentari.

Presidenza Rai nomina: Marcello Foa il nome concordato?

Allineati sul nome fatto da Salvini, sarebbero – oltre alla Lega e M5S, partner di governo – anche Fdi e Forza Italia. Forze che avrebbero condiviso, dopo aver raccolto anche pareri legali autorevoli, la convinzione che si potrà votare per Foa presidente, “anche perché quella di una prima bocciatura di Foa è una fake news, visto che piuttosto si è trattato di un non-voto di Forza Italia”. A questo punto è possibile che tutto trovi soluzione martedì prossimo, con la vigilanza che, a quanto si apprende, sarà riconvocata in quella data.silvio berlusconi ultimi sondaggi

Incontro Salvini – Berlusconi, non solo Rai

Presidenza Rai e non solo: l’incontro che arriverà a breve tra Salvini e Berlusconi potrebbe seriamente far ripartire i canali diplomatici nel Centrodestra. «C’è la possibilità di trovare l’accordo non solo sulla Rai. Se c’è accordo si va fino in fondo». Sempre a Porta a Porta, il Vicepremier leghista rilancia sui prossimi appuntamenti elettorali dei prossimi mesi: «si vota a fine ottobre a Trento, Bolzano e poi Sardegna, Basilicata e Abruzzo: l’obiettivo è che non cambi la squadra di centrodestra che governa in Lombardia, Veneto, Liguria». Un Salvini a 360° quello visto negli studi di Porta a Porta: «Il pacchetto immigrazione-sicurezza lo porteremo in consiglio dei ministri entro fine mese. Sarà un decreto legge, che poi discuterà il parlamento, anzi due: uno sui migranti e uno sulla sicurezza, che poi discuterà il Parlamento».

iPhone XS prezzo, caratteristiche, uscita: tutto sul nuovo modello Apple

Al Bano, stop ai concerti: fan preoccupati per le condizioni di salute

Al Bano news, l’annuncio inaspettato: “Da gennaio non canto più”