in ,

Prezzo sigarette elettroniche 2018: stangata dal Governo, ecco gli aumenti (FOTO)

Il 2018 si apre con un aumento sostanziale dei costi per gli italiani. Ultimo, ma non per importanza, l’incremento del prezzo per quanto concerne la vendita delle sigarette elettroniche nel 2018. Insomma, non solo aumento di luce e gas, o il pagamento delle buste biodegradabili di frutta e verdura, gli italiani devono fare i conti anche con l’aumento del costo della sigaretta elettronica. Un provvedimento aspramente criticato da più fronti poiché induce il consumatore a “preferire” la nicotina.

Prezzo sigarette elettroniche 2018: quanto costano?

I negozi potranno vendere le sigarette elettroniche 2018 ma solo sotto l’occhio vigile dei Monopoli, la tassa sui flaconi con e senza nicotina resta fissata in 0,37344 euro più Iva per ogni millilitro: 5 euro ogni 10 millilitri su tutti i liquidi, poco meno di 500 euro su un litro. Un duro colpo per i produttori per i quali si spegne anche la speranza di uno sconto sulle pretese del Fisco relative al pregresso, quando dal Tar – dopo tre anni di battaglie legali – avevano ottenuto una sospensiva degli atti basati sull’equivalenza impositiva dei liquidi di inalazione rispetto alle “bionde”. Per capirci, un fumatore il 2 gennaio si è trovato a sborsare 7,50 euro per la boccetta che fino al 31 dicembre aveva comprato a 2,50 euro.

Prezzo sigarette elettroniche 2018, la stangata dal Governo

Per produttori, negozianti e consumatori la speranza di evitare questa stangata è andata in fumo lo scorso 18 dicembre, quando la Quinta Commissione della Camera dei Deputati ha approvato un emendamento del governo alla legge di bilancio che ridisegnando il quadro regolatorio del settore rischia di farlo morire per asfissia, a tutto vantaggio dell’industria tradizionale del tabacco. Il testo è stato votato il 21 dicembre. L’ultima versione del testo supera l’emendamento Vicari, dal nome della sottosegretaria che l’ha proposto al Senato e contro il quale il 29 settembre scorso proprio davanti a Montecitorio si era mobilitata la protesta di una parte del mondo del fumo elettronico.

Prezzo sigarette elettroniche 2018: cosa cambia adesso?

Nella nuova versione del testo che regolamenta il commercio di Sigarette Elettroniche si prevede che gli apparecchi tornino acquistabili online, ma non i liquidi. “È vietata la vendita a distanza di prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, ai consumatori che acquistano nel territorio dello Stato”, recita il testo. Dunque in Italia sarà divieto totale di vendita online di liquidi, con e senza nicotina.

Concorso INPS 2017 bando

Stipendio funzionario Inps 2018: quanto guadagneranno i nuovi assunti? (GUIDA)

Elezioni 2018 vertice centrodestra

Elezioni 2018: vertice centrodestra ad Arcore, il piano di Berlusconi, Salvini e Meloni