in ,

Privacy e sicurezza, Android è il sistema operativo più pericoloso

Nel mese clou per la tutela della privacy e della sicurezza in merito alla navigazione internet, con il caso Cambridge Analytica che ha investito Facebook e la tutela dei dati sensibili, emerge un altro particolare che rischia di rendere più complesso il mercato di Google e, nello specifico, Android. Sarebbe questo il sistema operativo più vulnerabile per la tutela della privacy e della sicurezza. Facebook è la più grande azienda tecnologica statunitense meno affidabile e Android potrebbe essere il sistema operativo equivalente: a sottolinearlo è uno studio che spiega come questo sistema operativo sia suscettibile a gravi problemi di privacy e della sicurezza degli utenti.

Leggi anche: Come scoprire se i tuoi dati sono finiti a Cambridge Analytica

Android è il sistema operativo più pericoloso per la tutela della privacy

Perché lo studio consacra Android come sistema operativo più pericoloso per la tutela della privacy? Mentre Apple lancia sempre e solo un paio di modelli di iPhone, ognuno dei quali viene aggiornato con regolarità e per un lungo periodo di tempo, chi possiede un dispositivo dotato del sistema di Google (Android), non può nemmeno essere sicuro che gli aggiornamenti sulla sicurezza che ricevi siano veritieri.Oltre alla questione delle false dichiarazioni sulla sicurezza, ecco alcuni degli altri principali problemi che affliggono la piattaforma: gli aggiornamenti sono lenti e non arrivano a tutti. Tutto ciò è emerso sui nuovi dispositivi rilasciati a fine 2017 che avevano la versione Nougat del 2016. Android Oreo ha ora circa otto mesi, il che significa che siamo più vicini al lancio della prossima versione, la P. Questi dati vengono confermati dal fatto che i dispositivi più utilizzati adottano ancora le versioni Marshmallow (per fasce basse) e Nougat.

Huawei la marca più a rischio per la tutela della privacy

La marca di smartphone e tablet Huawei risulterebbe inoltre il maggior responsabile di problemi dovuti ad una correlazione in conflitto con le agenzie di spionaggio statunitensi, anche se non sono state rilasciate prove schiaccianti contro l’azienda. Android rimane vulnerabile, grazie in parte alla permissività di Google. La filosofia di Apple Walled Garden rende molto più difficile, praticamente impossibile, che un utente acconsenta inavvertitamente alle app di avere accesso alla privacy degli utenti.

 

Omicidio Erika Preti news fidanzato reo confesso: iniziata perizia psichiatrica

Assunzioni Poste italiane aprile 2018

Poste Italiane lavora con noi aprile 2018: ultimo giorno per diventare postini, ecco requisiti e sedi disponibili (GUIDA COMPLETA)