in

Professioni più richieste in Italia: dai traduttori ai tecnici informatici, ecco chi cercano le aziende

Si parla sempre più spesso del problema del lavoro in Italia, soprattutto quello giovanile: eppure saranno oltre 900mila le posizioni aperte da qui al mese di settembre. A dirlo è una ricerca condotta da Unioncamere e Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro: quali saranno allora le professioni più richieste in Italia nei prossimi mesi?

==> TROPPO CALDO AL LAVORO? LA LEGGE TUTELA I LAVORATORI

Quali saranno le professioni più richieste in Italia tra agosto e settembre? A rispondere a questa domanda è una ricerca condotta da Unioncamere e Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro allo scopo di analizzare quali saranno le figure professionali più cercate nel corso dei prossimi mesi. Ciò che emerge sono ben 970mila posizioni aperte tra luglio e settembre 2017, delle quali solo poco più del 12% richiede la laurea: i laureati, infatti, sono richiesti soprattutto in Lombardia e nel settore dell’Industria e dei Servizi. Non mancano però le difficoltà nel trovare personale, dovute sia alla mancanza di candidature (oltre il 17%) sia a causa di candidati poco affini alla ricerca effettuata.

==> CLICCA QUI PER TUTTE LE ULTIME OFFERTE DI LAVORO

Le professioni più richieste in Italia non sono quindi solo quelle per laureati: una buona parte delle posizioni aperte in Italia è infatti dedicata ai diplomati, in particolare nella produzione industriale e artigianale ma anche nel settore informatico e delle telecomunicazioni. Secondo il sistema Excelsior – di Unioncamere e Anpal – uno dei fattori maggiormente discriminanti è ancora rappresentato dalla richiesta di esperienza pregressa alle spalle: nei laureati, in particolare, il 76,9% delle offerte di lavoro richiede l’aver già maturato competenze in un settore analogo.

MESSICO TERREMOTO 9 FEBBRAIO

Terremoto oggi a Rieti: due scosse a Cittareale e Morro Reatino

Meteo prossimi giorni: torna il caldo africano, ecco fino a quando

Caldo record in Italia: torna l’anticiclone africano dopo Ferragosto