in

Programma Movimento 5 Stelle: l’informazione

L’informazione e Internet sono centrali per la democrazia: è in sostanza quanto emerge dalle proposte programmatiche del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, che si discostano molto dalle proposte dei partiti tradizionali.

Al primo punto nel documento programmatico c’è il ritorno nelle mani dello Stato della rete di telecomunicazioni oggi di Telecom: scelta fondamentale per garantire vera concorrenza nel settore della telefonia e dei servizi internet.  Al secondo punto c’è proprio la rete: il Movimento 5 Stelle propone di realizzare il “Wi-Max”, l’accesso a banda larga alla rete che deve essere alla portata di tutti.

Movimento 5 stelle simbolo

Si passa poi al discorso delle tariffe, che il movimento vorrebbe allineare a quelle europee, e alla pubblicità, per cui i “grillini” intendono proporre un tetto del 5% per le società di raccolta di proprietà di un singolo operatore.

Importantissimo (e rivoluzionario se si realizzasse davvero) è il punto che propone il divieto di partecipazione azionaria delle banche nelle società editoriali. 

In tema di libertà e diritti nel campo dell’informazione poi il Movimento 5 Stelle propone l’abolizione della Legge Urbani sul copyright e la depenalizzazione della diffamazione a mezzo stampa.

Written by Andrea Monaci

47 anni, fondatore e direttore editoriale di Urbanpost.it Ha iniziato la sua carriera con la cronaca locale, ma negli ultimi 20 anni si è occupato principalmente di lavoro, criminalità organizzata e politica. Ha scritto, tra gli altri, per il "Secolo XIX" e "Lavoro e Carriere". Quando non lavora le sue passioni sono la musica rock, i cani, le vecchie auto e la buona cucina.

Inter, furto in casa di Obi la scorsa notte

scrutatori elezioni politiche 2018 compenso

Scrutatori Elezioni 2013: il compenso