di Stephanie Barone in

Raccolta differenziata, i dati in Italia: al top il Veneto e Venezia, pessime la Sicilia e Napoli


 

Quanto funziona in Italia la raccolta differenziata? Ecco una mappa che ci racconta le Provincie e le Regioni che lavorano al meglio in questo settore e quelle che invece hanno ancora troppo da fare.

raccolta differenziata, raccolta differenziata italia, racconta differenziata dati, raccolta differenziata migliori provincie, raccolta differenziata peggiori provincie,

Sono ormai diversi anni che l’Italia è alle prese con la raccolta differenziata, ovvero la separazione dei materiali dell’immondizia con l’obiettivo del maggior riciclo possibile. Quali sono però i risultati raggiunti in questo ambito dalle diverse Regioni e Provincie italiane? A raccogliere gli ultimi dati disponibili, ovvero risalenti al 2015, resi noti dall’ISPRA (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) è stato InfoData de Il Sole 24 Ore che in una mappa ha mostrato quanto divario ci sia da una zona all’altra dell’Italia: se infatti la zona del Veneto è al top nella raccolta differenziata, la Sicilia è maglia nera dell’Italia: vediamo più nel dettaglio quindi i risultati emersi nonché il posizionamento delle maggiori città dello Stivale.

Prendendo in considerazione le macroregioni dell’Italia sono estremamente positive zone come il Veneto, il Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige; positivi anche i dati di Lombardia e Piemonte, delle Marche e della Campania ma soprattutto della Sardegna. Parlando invece dei dati negativi sulla raccolta differenziata ci si riferisce soprattutto a Sicilia, Calabria e Puglia ma nemmeno Lazio, Toscana e Liguria vanno molto meglio. A fronte di ciò, è Treviso la provincia che svetta positivamente in fatto di raccolta differenziata, raggiungendo un 85,22% di materiali riciclati. Seguono Mantova, in Lombardia, con l’80,3% e di nuovo in Veneto Belluno con il 76%. Le quattro peggiori provincie italiane per raccolta differenziata dell’immondizia sono invece tutte siciliane: Enna, Siracusa, Messina e Ragusa sui gradini più bassi della classifica.

E per quel che riguarda le maggiori città italiane? Miglior piazzamento nel riciclo con la raccolta differenziata per Venezia con il 54,32%; seguono Milano con il 52,33%, Firenze con il 46,35%, Bologna con il 43,58% e Torino con il 42,42%. Sotto la soglia del 40%, due città importanti che rappresentano l’Italia anche all’estero e che sono ambite mete turistiche: Roma con 38,83% e Napoli con un bassissimo 24,20%.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook

EDITORIALE

Parliamo di...