in

Ragazza violentata a Parma news: Federico Pesci ottiene i domiciliari ed esce dal carcere

Ragazza violentata a Parma: il tribunale del Riesame ha accolto la richiesta di scarcerazione avanzata dalla difesa di Federico Pesci, il 46enne imprenditore parmense arrestato per violenza sessuale e lesioni pluriaggravate ai danni di una 20enne. L’uomo lascia dunque il carcere di Modena e va agli arresti domiciliari a casa dei suoi genitori. Questa la decisione dei giudici del tribunale della Libertà di Bologna tratto in arresto il 30 agosto scorso insieme a Wilson Ndu Aniyem, nigeriano di 53 anni spacciatore su cui gravano le medesime accuse.

L’episodio contestato risale al 18 luglio, quando, secondo le accuse della ragazza, i due avrebbero abusato di per ore nell’appartamento di Pesci, dove a detta della difesa lei sarebbe andata sua sponte, intrattenendo sotto pagamento dei rapporti sessuali consenzienti con i due uomini. Pesci, commerciante molto a Parma, è difeso dagli avvocati Mario Linsalata e Antonio Dimichele che hanno curato il ricorso davanti al tribunale bolognese, impugnando l’ordinanza di custodia cautelare in carcere del Gip di Parma e asserendo che dai referti medici si evincerebbe l’assenza di lesioni da stupro sulla ragazza.

Il nigeriano Wilson Ndu Anihem, resta recluso nel penitenziario di Piacenza. Quello in oggetto è un caso che sta destando molto clamore in città e non solo. Le indagini vanno avanti anche perché i difensori di Pesci sostengono che la ragazza querelante fosse solita prostituirsi, da qui lo stupore del loro assistito quando è stato arrestato. Per lui ciò che è accaduto rientrava nella ‘normalità’ di un rapporto sessuale consenziente e retribuito.

Leggi anche: Violentata a Parma, l’imprenditore accusato è amico di Vittorio Brumotti: cosa ha rivelato l’inviato di Striscia

Diletta Leotta SANREMO 2017

Miss Italia 2018, Diletta Leotta incoronata: “Rivincita dopo 9 anni”

Formula E Andretti BMW

Formula E 2018/2019, Andretti Motorsport ha presentato la BMW iFE 18 a Monaco