in ,

Raknominate, gara di buone azioni: la risposta intelligente alla moda del Neknominate

La moda del Neknominate che ormai spopola nei Social Network, e che invita i giovani ad ubriacarsi e ‘sfidare’ gli amici a fare altrettanto, potrebbe essere scalzata da un’altra tendenza che, fortunatamente, non ha effetti collaterali. Si chiama Raknominate, e tantissimi giovani la stanno mettendo in pratica via Facebook e Twitter: si tratta di autonominarsi attraverso video che ritraggono persone mentre compiono una buona azione, aiutando chi ha bisogno con un gesto di solidarietà. Una prova di generosità che, come riporta il sito di Skuola.net, ha come scopo quello di offuscare l’esibizionismo nocivo di chi, pur di sentirsi ‘importante’, si affida all’alcol.Raknominate gara di solidarietà

“Raknominate – random act of kindness” è un’iniziativa basata sullo stesso meccanismo del cosiddetto ‘drinking game’ Neknominate: un video condiviso in rete dal suo protagonista che stavolta, però, non si sballa bevendo nei modi più assurdi litri di superalcolici, piuttosto preferisce farsi notare dalla propria cerchia di amici mentre offre aiuto a chi è in difficoltà. La notizia davvero positiva è che la pagina Facebook della Raknomination ha raggiunto in pochi giorni quasi 15.000 followers.

Sono tanti coloro che raccolgono la sfida di solidarietà e altruismo. Così i filmati postati sui Social hanno come protagonisti giovani intenti a fare la spesa nei supermarket per donare tutto a qualche barbone, ad esempio. C’è poi chi cucina per regalare un pasto caldo ai senzatetto, oppure chi dona giacche, sciarpe e guanti alle persone senza una casa, esposte al gelido inverno. La gara è iniziata, che vinca il migliore!

Atletico Madrid, Diego Costa: “Nel 2011 vicinissimo alla Turchia”

Edinson Cavani e Niklas Backman

Calciomercato: dalla Francia voci contrastanti su Cavani alla Juventus (Video)