di Stephanie Barone in , , ,

Reddito di maternità, la svolta a Milano: chi può richiedere l’assegno e come


 

La città di Milano svolta verso il reddito di maternità che dovrebbe aiutare le tante madri senza tutele: ecco di cosa si tratta, come è possibile richiederlo e chi può accedere all’assegno.

reddito di maternità, reddito di maternità milano, reddito di maternità come richiederlo, reddito di maternità chi può richiederlo,

Novità interessanti per le famiglie milanesi dopo l’ultimo Consiglio Comunale. A Milano infatti arriva il reddito di maternità, volto a sostenere le famiglie a basso reddito ma soprattutto le madri in difficoltà e senza tutele economiche e sociali. Mentre dallo Stato devono ancora arrivare notizie su come muoversi per poter accedere al Bonus Mamma Domani 2017 e al Bonus Nido 2017, a Milano arriva un assegno mensile per le madri con uno o più figli a carico. Vediamo quindi di cosa si tratta, chi può richiedere l’assegno e come.

=> Volete essere sempre aggiornati? Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook!

Il reddito di maternità

A partire da maggio, le madri potranno richiedere il contributo per le famiglie nelle quali è appena nata una bambina o un bambino. Il valore dell’incentivo sarà di 150 euro mensili per 12 mesi. Le mamme milanesi potranno richiederlo entro e non oltre 6 mesi dal parto o dall’entrata in famiglia del minore in caso di affido o adozione. Trattandosi però di un incentivo volto a sostenere le famiglie in difficoltà economica, potranno richiedere il reddito di maternità le neo mamme con un ISEE familiare uguale o inferiore a 17 mila euro. La priorità inoltre verrà data ai nuclei familiari con donne disoccupate e/o precarie.

Il reddito di maternità sarà cumulabile ad altre misure di sostegno al reddito come l’assegno Inps di maternità e il suo valore sarà doppio in caso di gemelli.  Le domande saranno raccolte presso i centri di assistenza fiscale (Caf) convenzionati, con sede a Milano. Il reddito di maternità verrà erogato mensilmente alle mamme che sono state ritenute idonee a riceverlo attraverso una carta elettronica da utilizzare per acquistare pannolini, creme, salviettine, detergenti ed altri prodotti presso negozi convenzionati, ma anche per pagare servizi come la tata o la baby-sitter, da reperire tramite il portale www.wemi.milano.it, tra i soggetti accreditati con il Comune.

Il Bonus Assistenza Familiare

Per pagare la tata e la babysitter, il Comune di Milano ha introdotto anche il Bonus Assistenza Familiare (che comprende anche le badanti per gli anziani). In questo caso si parla di un “rimborso spese” di 1500 euro erogato in una sola volta che verrà concesso alle famiglie che ne faranno richiesta e che hanno un ISEE uguale o inferiore a 17 mila euro. Per potervi accedere sarà necessario compilare una richiesta su un apposito modulo (disponibile nelle prossime settimane) e consegnarla, insieme al documento ISEE in corso di validità, allo sportello CuraMi presso il Pio Albergo Trivulzio (via Trivulzio 15).

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanDonna

Leggi anche

Commenta via Facebook

Parliamo di...