in

Renata Rapposelli “è stata strangolata”: clamorosa rivelazione agli inquirenti

Omicidio Renata Rapposelli ultime notizie: Simone Santoleri di nuovo al centro della attenzione mediatica per delle accuse che gli hanno rivolto due ex compagni di cella del carcere di Teramo dove era detenuto (insieme al padre) per un breve periodo prima di essere trasferito “per ragioni di sicurezza” in quello di  Lanciano. I detenuti hanno riferito ai magistrati che Simone, dopo avere instaurato con loro un rapporto confidenziale e di fiducia, si sarebbe lasciato a delle confidenze inerenti al delitto della pittrice Renata, nonché sua madre. L’uomo avrebbe detto loro di averla uccisa per esasperazione, al culmine di una lite, e di averla strangolata.

Morte Renata Rapposelli

Renata Rapposelli “è stata strangolata”, parlano due ex compagni di cella del figlio

Un dettaglio questo che ha incuriosito il magistrato, giacché com’è noto dalle diverse autopsie eseguite sul cadavere della donna non è stato possibile accertare l’esatta causa del decesso, ma solo ipotizzarla. Accuse che Simone Santoleri ha rispedito al mittente attraverso una lettera scritta di suo pugno in carcere indirizzata al pm Enrica Medori, dove ha negato categoricamente di avere ucciso la madre e di avere confessato il delitto ai due detenuti. Il suo avvocato ieri 30 maggio ha parlato ai microfoni di La vita in diretta, reputando poco credibili le dichiarazioni fatte dagli ex compagni di cella del suo assistito, i quali “sono in carcere per reati pesanti e hanno ancora molti anni da scontare”. Potrebbero avere agito, a suo avviso, solo per ottenere sconti di pena.

Leggi anche: Renata Rapposelli news figlio: Simone Santoleri accusato da detenuti in carcere

Simone Santoleri un uomo violento: parla la sua ex compagna

La donna dalla quale anni fa Simone Santoleri ebbe una figlia, è stata sentita nuovamente dagli inquirenti, idem dicasi per la figlia di Renata Rapposelli, Maria Chiara Santoleri. Entrambe avrebbero confermato l’indole irascibile di Simone, uomo violento e dalla facile perdita di controllo. La ex compagna lo ha ribadito anche ieri ai microfoni di Max Franceschelli di La vita in diretta: “Anche solo a sentir parlare di lui ho il terrore. Penso a lui sempre con ansia, timore … ho paura di rivederlo”. Simone anni fa arrivò a minacciarla con la pistola di ordinanza, quando era una guardia giurata. Per quel gesto ed altri atti di violenza contro la donna le fu tolta la patria potestà della figlia e perse anche il lavoro. “Mia figlia nemmeno si ricorda di lui, non sa che esiste e vive serena”, ha detto la donna, che ha intrapreso una istanza per togliere il cognome Santoleri alla sua bambina.

Donna accoltellata dal marito nel Milanese: è gravissima

Vuoi Scommettere? ospiti puntata 31 maggio 2018: Pippo Baudo ed Emma Marrone