in

Renata Rapposelli news: figlio ed ex marito restano in carcere, Riesame respinge richiesta difesa

Omicidio Renata Rapposelli ultime notizie: niente da fare per Simone e Giuseppe Santoleri, figlio ed ex marito della pittrice arrestati lo scorso 6 marzo con l’accusa di averla uccisa nella loro casa di Giulianova, lo scorso 9 ottobre, e di essersi sbarazzati del cadavere (dopo averlo custodito per tre giorni nel bagagliaio dell’auto) a oltre 100 km di distanza, gettandolo sulla riva del fiume Chienti, a Tolentino.

Morte Renata Rapposelli

Leggi anche: Renata Rapposelli news figlio: Simone Santoleri si ferisce in carcere, trasferito

Poco fa infatti l’istanza di scarcerazione presentata dai legali di padre e figlio è stata rigettata. Il Tribunale del Riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione (o in subordine di trasferimento ai domiciliari) e le motivazioni saranno rese note entro 30 giorni. I difensori dei due uomini giorni fa avevano avuto da ridire circa i “motivi di sicurezza” addotti dal Gip Enrica Medori nel disporre il trasferimento immediato di Simone Santoleri da Teramo nel carcere di Lanciano, dove si trova da una settimana. Poco prima del provvedimento, il 43enne era stato portato al Pronto soccorso dell’ospedale poiché era stato trovato a terra ferito per aver sbattuto la testa contro le sbarre al reparto di accettazione del carcere di Castrogno, provocandosi un trauma cranico. Si era anche parlato di un alterco con altri detenuti, smentito dai difensori dell’uomo.

Sul fronte investigativo è di oggi l’importante novità sulle cause della morte della pittrice 64enne: gli inquirenti sarebbero giunti alla conclusione che la vittima non fu avvelenata. Non vi sarebbe infatti alcuna traccia di veleno sugli esiti degli esami tossicologici disposti sul corpo. Una indiscrezione che arriva dai contenuti della perizia depositata da Giampiero Frison, il tossicologo forense incaricato dalla Procura di svolgere i succitati approfondimenti. Gli esami avrebbero dunque escluso la morte per avvelenamento della pittrice anconetana che, dunque, potrebbe essere stata strangolata o soffocata.

LIDO VARCA D'ORO DONNA MORTA

Roma donna carbonizzata, qualcuno ha visto e fatto un video: “C’era odore terribile di carne bruciata”

pamela mastropietro news

Omicidio Pamela Mastropietro: nessuna traccia in casa dei presunti complici di Oseghale