di M.B. Michela in ,

Renata Rapposelli news figlio: sequestrati cellulari e schede sim, parla di nuovo la farmacista di Tortoreto


 

Renata Rapposelli news figlio: sequestrati cellulari e schede sim, parla di nuovo la farmacista di Tortoreto. Il punto sulle indagini relativo al giallo di Giulianova

Morte Renata Rapposelli news: nuovo sequestro oggi, 22 novembre, in casa di Simone Santoleri a Giulianova. L’uomo, 43enne figlio della pittrice trovata morta lo scorso 10 novembre, è indagato insieme al padre Pino per omicidio in concorso e occultamento di cadavere.

Leggi anche: Renata Rapposelli news: figlio indagato prepara difesa, incarico al criminologo di Massimo Bossetti?

Oggi gli inquirenti sono tornati nella sua casa, dove secondo il suo racconto la madre è stata per una ventina di minuti proprio il giorno in cui è scomparsa, il 9 ottobre scorso. All’indagato sono state portate via 4 schede sim e 2 telefoni cellulari. Proprio i telefonini nei giorni scorsi sono stati al centro dell’inchiesta, giacché secondo indiscrezioni giornalistiche (non confermate dagli inquirenti) quelli dei due indagati si sarebbero spenti in contemporanea a quello di Renata (mai più ritrovato) proprio il giorno della scomparsa, per poi riaccendersi entrambi tre giorni dopo. Il legale di Simone ha riferito ai cronisti che stazionavano fuori dalla abitazione del suo assistito che di quelle quattro sim Simone ne utilizzerebbe con frequenza solo due. I due telefoni cellulari sequestrati vanno ad aggiungersi agli altri 7 (di cui molti vecchi e non più utilizzati) portati via all’uomo, che resta a disposizione della magistratura per ogni altro eventuale sopralluogo in casa. Simone però, lo ricordiamo, è prodigo di parole con i giornalisti ma davanti al magistrato non ha proferito parola e si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Renata Rapposelli

pittrice scomparsa news cadavere

Sotto la lente di ingrandimento degli investigatori la sua auto il cui nuovo accertamento previsto per domani è stato posticipato a venerdì 24 novembre, in quanto si attende l’arrivo di una poliziotta del Ris esperta di botanica. Chi indaga infatti si recherà nelle campagne di Tolentino dove è stato trovato il corpo in decomposizione della pittrice, al fine di comparare eventuali residui dello stesso sulle ruote dell’auto in uso ai due indagati e su cui Renata sarebbe salita proprio la sera della scomparsa.

La farmacista di Tortoreto Lido è sicura di avere visto Renata Raposelli

 

La farmacista di Tortoreto Lido è sicura di avere visto Renata Raposelli. Dice di averla riconosciuta alla televisione e che la pittrice sarebbe entrata in farmacia alle 17 del 9 ottobre. Tuttavia non vi sarebbe certezza né dell’acquisto di un calmante da parte della pittrice né tanto meno della strisciata della sua tessera sanitaria, con relativi dati personali, nel registratore di cassa. Intercettata per la prima volta dalla inviata di Pomeriggio 5, la donna ha confermato di avere visto Renata, ma non ha potuto fornire ulteriori dettagli in merito. Ha il divieto di parlare impostole degli inquirenti.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Leggi anche

Commenta via Facebook