in

Renata Rapposelli news: figlio tentò di ucciderla con veleno per topi

Omicidio Renata Rapposelli ultime notizie: per la procura di Ancona sarebbe duplice il movente del delitto della pittrice anconetana. E’ ampiamente documentato nelle 55 pagine dell’ordinanza di custodia cautelare emessa a carico di Simone e Giuseppe Santoleri, rispettivamente figlio ed ex marito di Renata Rapposelli, arrestati ieri mattina 6 marzo con l’accusa di concorso in omicidio volontario e soppressione di cadavere. Non vi sarebbero solo delle questioni meramente economiche dietro l’omicidio – “esplose nel mese di giugno 2017, momento in cui sulla pensione di Santoleri è stata applicata una trattenuta di 200 euro a favore di Rapposelli Renata” e relative anche a 3mila euro di arretrati, scrive il Gip nell’ordinanza, ma anche e soprattutto l’odio profondo e pregresso del figlio verso la madre: “L’astio nutrito da Simone nei confronti della madre, con radici remote, da far risalire all’età adolescente”.

giallo renata rapposelli news

Lo stesso Simone lo ha sempre ammesso nel corso di interviste rilasciate in diverse trasmissioni televisive, e che si sarebbero “vicendevolmente catalizzate fino a ‘scoppiare’ proprio il giorno della visita della Rapposelli a Giulianova”, dove in giunse alle 13 in treno da Ancona per far visita al figlio che non vedeva da 8 anni e credeva gravemente malato. Adesso il Gip di Ancona ha trasmesso gli atti al tribunale di Teramo per competenza territoriale.

Leggi anche: Renata Rapposelli news: figlio cercò informazioni online su caso Roberta Ragusa

 

pittrice scomparsa news cadavere

E in queste ore emergono anche altre indiscrezioni sugli innumerevoli indizi di colpevolezza a carico degli indagati, in particolare del figlio della Rapposelli, ritenuto esecutore materiale dell’omicidio. Pare infatti che anni addietro quando era ragazzo tentò di uccidere la madre avvelenandola con del topicida nella minestra. A riferire questo terribile episodio la figlia della pittrice nonché sorella di Simone Santoleri, sentita dagli inquirenti come persona informata dei fatti. Del resto gli inquirenti, che ancora non hanno identificato l’esatta causa di morte della pittrice, ipotizzano che Renata Rapposelli sia stata strangolata o avvelenata. Nell’ordinanza di arresto è infatti esplicitato che quello della Rapposelli è “un delitto senza sangue”.

san leucio ragazzo trovato morto in un pozzo

Caserta: 28enne scomparso trovato morto in un pozzo a San Leucio

Anticipazioni Uomini e Donne trono classico: novità in vista per Nilufar Addati