in

Rigori a favore negli ultimi vent’anni: Milan in vantaggio su Juve e Inter

Non si placa la clamorosa polemica innescata qualche giorno fa dopo la partita Siena-Milan, che ha visto i rossoneri superare i padroni di casa grazie anche ad un rigore molto discusso.

Nel calcio, si sa, una parola tira l’altra,  e così è cominciata una vera e propria caccia alle statistiche: da una recente indagine è infatti emerso che negli ultimi cinque anni il Milan è la squadra europea che ha ricevuto a suo favore il maggior numero di calci di rigore.

AC Milan v US Citta di Palermo - Serie A

Come se non bastasse, l’A.d. rossonero Galliani ha parlato nei giorni scorsi di una “compensazione” tra rigori assegnati e rigori subiti, dichiarando “Non ho visto l’azione quindi non so se era rigore o no (riferendosi alla partita di Siena), ma di certo posso assicurarvi che molte volte ci sono stati dati contro tiri dal dischetto inesistenti”.

Purtroppo, anche un’altra recente ricerca smentisce prontamente il numero 1 rossonero: negli ultimi venti anni il Milan è la squadra italiana con il saldo positivo maggiore, avendo ottenuto 161 penalty a favore e soltanto 77 contro. Al secondo posto si piazza la Juventus, che ha avuto la possibilità di segnare dal dischetto 128 volte, mentre sono solamente 70 le occasioni in cui Buffon ha dovuto immolarsi per cercare di respingere un tiro dagli undici metri.

Soltanto terzo posto per l’Inter, che nell’ultimo ventennio ha ricevuto 136 rigori a favore e ben 99 contro, per un saldo totale pari a +37.

Written by Angelo Damiano

Angelo Damiano, nato ad Atripalda (Av), diplomato presso il Liceo Linguistico Imbriani di Avellino. Attualmente studente universitario alla facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Salerno. Amante del calcio, della politica, della storia, della Juventus e dell'Avellino.

Disegno di legge Nardella Abolizione Finanziamento Pubblico Partiti

Abolizione finanziamento pubblico ai partiti, Governo Letta valuta la proposta del pupillo di Renzi

Ecco il nuovo Napoli di Rafa Benitez: assenze illustri e nuovi acquisti in vista