di Redazione

Rinfrescare casa con l’imbiancatura: le mansioni ed il costo di un imbianchino


 

Devi rinfrescare casa rifacendo l’imbiancatura? Ecco cosa può costare rivolgersi ad un imbianchino professionista

Dopo qualche anno tutte le abitazioni all’interno hanno necessità di un’imbiancatura, di norma ogni 4-5 anni all’incirca. Se infatti la vernice esterna dura anche diversi anni, all’interno l’usura è maggiore. Di conseguenza si creano ombre agli angoli, il bianco si fa grigio e le macchie si moltiplicano, soprattutto negli ambienti umidi come il bagno o la cucina. In alcuni casi si crea proprio un problema di muffa. Periodicamente chiamare un imbianchino per rinfrescare la casa è necessario. In questo modo essa risplenderà di nuova luce, avrà un aspetto curato, pulito e sarà a posto anche dal punto di vista igienico. É quando arriva questo momento che tutti si chiedono: quanto ammonta il costo di un imbianchino?
Il fai da te è ormai superato. Le statistiche dimostrano che nella maggior parte dei casi ci si rivolge ad un professionista infatti, perché costa meno stress, meno fatica ed il lavoro risulta perfetto una volta per tutte. Chi ancora si adopera per arrangiarsi da sé di solito è la prima volta che lo fa e al termine dei lavori dichiara che quella è stata anche l’ultima. Il costo di un imbianchino non è alto infatti, o comunque in tutti i casi non giustifica una tale fatica. Imbiancare, anche se apparentemente sembra una sciocchezza, non lo è affatto.

Perché chiamare un imbianchino professionista

Imbiancare è uno stress per chi non ha esperienza, perché il tempo per eseguire l’imbiancatura di una stanza è il doppio rispetto a quello che ci mette un professionista. Il lavoro deve essere ben fatto, il colore ben steso in modo uniforme. Il problema della stesura della tinta da parete è che da fresca non rende ancora il risultato finale, quindi ci vuole un occhio esperto per capire come il lavoro procede. In molti casi quando una parete viene pitturata da un principiante, solo dopo 24 ore si scopre che ci sono imperfezioni, strisce visibili, parti dimenticate. In questo caso il lavoro è da ripetere: l’imbiancatura non concede piccoli ritocchi.
Per dipingere un appartamento è importante selezionare il tipo di pittura adeguato. In base all’ambiente, al tipo di muro, al colore si dovrà acquistare una vernice ad hoc. Un professionista, in base alle problematiche che presenta l’ambiente, saprà esattamente che tipo di vernice adoperare, la densità ideale o se è necessario aggiungere un prodotto particolare alla stessa. In caso di segni di infiltrazioni, muffe, crepe, fori, sarà inoltre necessario preparare prima la parete in modo adeguato, perché la superficie deve risultare perfettamente liscia. Una nuova pittura evidenzierà eventuali inestetismi ignorati.

Quanto costa un imbianchino

Il costo dell’operazione di imbiancatura può variare dal professionista, dal tipo di appartamento e dalla preparazione che occorre fare prima. Un appartamento classico avrà un costo base, uno con il soffitto molto alto o un sottotetto irregolare può costare più fatica e quindi il prezzo sale. Se la parete è regolare l’imbianchino dovrà solo dipingere, se ci sono crepe e fori da coprire o macchie da trattare l’operazione risulterà più impegnativa dal punto di vista economico.
Un altro elemento che incide su quanto costa un imbianchino è ovviamente la dimensione dell’ambiente, perché cambia la quantità di vernice necessaria. In tutti i casi si può dire che un preventivo di un imbianchino sia dai 4 ai 6 euro al metro quadro, ovviamente è solo un’approssimazione molto variabile.

© Tutti i diritti riservati. Vietata ogni forma di riproduzione

Metti mi piace a UrbanPost

Correlati

Commenta via Facebook