in

Roberta Ragusa figlio, memoria difensiva pro Antonio Logli: per la cugina “parole da brividi”

Scomparsa Roberta Ragusa ultime notizie: il figlio 21enne Daniele Logli, come UrbanPost vi ha dato notizia poche ore fa, ha presentato presso la Corte di assise d’appello di Firenze – dove il prossimo 28 marzo avrà inizio il processo a carico del padre, condannato a 20 anni in primo grado – una memoria difensiva per sostenere l’innocenza di suo padre Antonio Logli. Il giovane, che ha rotto il silenzio per la prima volta da quando la madre, 6 anni fa, è scomparsa, “vive nella certezza che il padre Antonio non abbia commesso i fatti attribuitigli: è ferma convinzione del figlio che Antonio Logli non ne avrebbe e non ne abbia le capacità; non avrebbe mai potuto porli in essere né sopportarne così a lungo le conseguenze ed il peso”, viene esplicitato nel documento in difesa dell’imputato. Qui di seguito i dettagli:

Roberta Ragusa figlio, memoria difensiva per Antonio Logli: “Mio padre non è un assassino”

roberta ragusa figlio

A dare l’indiscrezione il settimanale Giallo, che ha raccolto il commento di Maria Ragusa, cugina di Roberta, che tanto si sta battendo perché la donna abbia giustizia. “Parole da brividi” per la donna quelle di Daniele, oggi 21enne, che solo parzialmente si possono comprendere, poiché forse inconsciamente il giovane non riesce ad accettare che la madre sia stata uccisa, e men che meno proprio da suo padre. “Quando ho letto la memoria difensiva presentata da Daniele Logli, il figlio di Roberta, in difesa del padre, mi sono venuti i brividi. Il mio primo pensiero è andato a mia cugina, che è stata uccisa, e non ho potuto fare a meno di soffrire ancora una volta. Mentre leggevo le parole scritte da Daniele, ho pensato a come avrebbe reagito Roberta se fosse stata ancora qui e avesse letto anche lei quello che pensa il figlio: probabilmente, conoscendola, per lei sarebbe stata una delusione enorme, considerato che ai suoi figli ha dato tutto, finanche la vita”.

Il suo è un legittimo dubbio, che si interroga sulla tardiva difesa del padre da parte del ragazzo, proprio a pochi giorni dall’inizio del processo d’appello, per tentare il tutto per tutto pur di farlo prosciogliere: “Evidentemente a lui, Daniele, non è arrivato il messaggio amorevole lasciato in eredità da Roberta. Forse, da figlia, mi sarei anch’io schierata con mio padre. Ma questo Daniele avrebbe potuto farlo prima. Farlo adesso lo interpreto come un estremo tentativo di provare il tutto per tutto per scagionare il padre”. 

donna scomparsa a bergamo

Miriam scomparsa a Bergamo news: nuovo avvistamento: “Era vicino al ponte di Gorle”

Francesco Monte e Eva Henger, arriva il confronto tanto atteso: chi avrà ragione?