in

Roberta Ragusa news, Antonio Logli processo appello: slitta udienza perché suo legale partecipa a sciopero

Aggiornamento 14 marzo: la prima udienza del processo d’appello a carico di Antonio Logli è stata rinviata a mercoledì 28 marzo 2018.

*****

Caso Roberta Ragusa ultime notizie: la presidente della corte d’assise d’appello di Firenze, Maria Cannizzaro, ha ricevuto ieri una comunicazione formale con la quale l’avvocato Roberto Cavani, difensore di Antonio Logli, le annunciava la sua adesione allo sciopero proclamato dai togati delle camere penali per il 13 e 14 marzo. Proprio il 14 marzo si sarebbe dovuta tenere la prima udienza del processo d’appello a carico di Antoni Logli, il marito di Roberta Ragusa condannato in primo grado a 20 anni di reclusione per omicidio volontario e distruzione di cadavere. L’udienza è dunque stata rinviata a data da destinarsi. Non è noto quando sarà fissata la nuova udienza, che potrebbe dunque slittare anche di mesi. Molto dipenderà infatti dagli impegni in calendario alla corte d’appello.

roberta ragusa news

Il processo d’appello è molto atteso, anche perché la sentenza potrebbe confermare la condanna in primo grado e portare all’inevitabile ricorso in Cassazione da parte della difesa dell’imputato. Antonio Logli, che in aula non ha mai rilasciato dichiarazioni spontanee e in fase di indagini in qualità di indagato si avvalse della facoltà di non rispondere, tramite i suoi difensori si è sempre professato innocente.

Potrebbe interessarti anche: Caso Roberta Ragusa: allontanamento volontario “pista insostenibile” per Roberta Bruzzone

cadavere roberta ragusa news

L’uomo continua a lavorare come dipendente amministrativo al Comune di San Giuliano Terme e ad osservare una misura cautelare piuttosto blanda, che ha destato non poche polemiche. Logli infatti non può uscire di casa la sera e gli è vietato di varcare i confini dei comuni di Pisa e San Giuliano, per il resto è un uomo libero. Abita a Gello di San Giuliano Terme (Pisa) dalla cui casa la notte a cavallo fra il 13 e 14 gennaio 2012 si allontanò la moglie, il cui corpo non è mai stato ritrovato. Lì l’uomo vive con i suoi due figli, e pochi giorni dopo la scomparsa di Roberta Ragusa in quella abitazione si trasferì a vivere Sara Calzolaio, la baby sitter con cui aveva una relazione extraconiugale e attuale sua compagna e convivente.

trovato morto ragazzo scomparso a pescara

Omicidio Alessandro Neri news: autopsia conclusa, la verità dai tabulati telefonici?

Programma Movimento 5 Stelle plagiato

Elezioni 2018, Luigi Di Maio tuona: “Governo senza M5S è insulto alla democrazia”