in ,

Roger Waters, vietata la vendita di Is this life what we really want? in Italia: la sentenza del Tribunale di Milano

Il disco di Roger Waters, Is this life what we really want?, non potrà essere venduto in Italia. Lo ha dichiarato il Tribunale di Milano nella giornata di ieri dopo la querela mossa Emilio Isgrò per plagio di copertina, libretto ed etichette . Il disco dell’ex Pink Floyd era uscito il 2 giugno e subito l’artista siciliano aveva verificato “un plagio palese” e incaricato i suoi avvocati di ricorrere legalmente. E due settimane dopo il giudice Sara Giani, della sezione specializzata in materia d’impresa del tribunale di Milano, aveva disposto un decreto d’urgenza che bloccava la commercializzazione dell’album: troppo simili la copertina e l’impianto grafico a opere come Cancellatura e Il Cristo Cancellatore.

>>> Il nuovo album di Roger Waters <<<

Accanto alla decisione d’urgenza il giudice aveva fissato anche un’udienza ordinaria, che si è tenuta il 27 giugno, nella quale si era decisa una sospensione del blocco, e quindi il ritorno del disco in vendita, per favorire le trattative tra le parti. Trattative che sono evidentemente naufragate, visto che l’ordinanza di giorno 25 luglio 2017 conferma anche nel merito il decreto con cui ha inibito la commercializzazione, diffusione e distribuzione dell’involucro, della copertina, del libretto illustrativo e delle etichette.

>>> Tutte le news di musica con UrbanPost <<<

Oltre a bloccare le vendite, il giudice ha disposto una penale di 100 euro per ogni violazione della sentenza, ha ordinato la pubblicazione dell’ordinanza a caratteri doppi del normale, su due edizioni nazionali, cartacee e online, dei quotidiani Corriere della Sera e Repubblica e ha condannato la casa discografica al pagamento delle spese processuali.

Dl Fiscale 2018 testo

Modello 770/2017 scadenza: tutte le proroghe del Fisco e le nuove date

elon musk mark zuckerberg

Elon Musk Vs Mark Zuckerberg: scontro social in tema di Intelligenza Artificiale