in

Roma donna bruciata viva al parco news: “Ho sentito urla femminili”, erano di Maria Cristina Olivi?

Maria Cristina Olivi morta carbonizzata nel parco delle Tre Fontane a Roma, è ancora mistero fitto sulle circostanze in cui la 49enne ha trovato la morte. Divorata dalle fiamme mentre era ancora in vita, soffocata dal fumo che il suo corpo in combustione emanava. Una morte atroce che ad oggi non trova ancora spiegazione. Se infatti accanto al cadavere carbonizzato gli inquirenti non hanno trovato un accendino o una tanica di liquido infiammabile – tali da spiegare il gesto volontario – la pista del suicidio non sarebbe stata ancora abbandonata dalla Procura che, tuttavia, ha aperto un fascicolo per omicidio a carico di ignoti.

roma donna carbonizztaa

Maria Cristina Olivi: cosa è emerso sul suo passato

Si indaga nella vita privata e nel passato della donna, incensurata, con problemi di depressione (alcune indiscrezioni parlano addirittura di cure per schizofrenia fatte in passato). Maria Cristina abitava sola nel palazzo sito nel largo Longanesi, dal quale in pochi minuti a piedi è possibile giungere nel punto del parco, teatro di degrado, dove la tonna ha trovato al morte. Cosa l’abbia spinta alle 4 di notte dello scorso venerdì 20 aprile a lasciare socchiusa la porta del suo appartamento ed incamminarsi fino a quelle sterpaglie non è dato al momento sapere. Quella sera Maria Cristina aveva telefonato a sua madre, la quale ha detto di non essersi accorta di alcun turbamento che la figlia avrebbe potuto avere. Niente, insomma, le avrebbe fatto percepire un problema.

Roma donna bruciata viva al parco, news: in casa un particolare molto sospetto

Donna carbonizzata al parco: testimone avrebbe sentito urla femminili, erano di Maria Cristina Olivi?

Maria Cristina aveva pochi amici, lavorava in una lavanderia e desta molto stupore il fatto che nell’appartamento in cui viveva i suoi dirimpettai nemmeno si ricordino della sua esistenza. Dicono di non averla mai notata, di non conoscerla, di non averle mai parlato. Un fantasma, insomma. Come è possibile che questa donna non avesse mai socializzato nemmeno con gli inquilini del suo pianerottolo? Fa pensare anche il fatto che, prima dell’uomo che faceva jogging e intorno alle 7:30 ha dato l’allarme, altre persone avessero visto il cadavere in fiamme della donna e non abbiano chiesto l’intervento della polizia. Un ragazzo ha avuto addirittura il tempo di fare un video e riprendere il cadavere in fiamme. Una residente in zona avrebbe addirittura sentito una donna gridare prima dell’alba. Era Maria Cristina? Impossibile dirlo adesso, gli inquirenti stanno lavorando per recuperare i pezzi di un puzzle che sembra molto difficile da comporre. Allo stato resta il fascicolo d’indagine aperto per omicidio, sebbene ad oggi non siano emerse responsabilità estranee per il decesso della donna.

Elezioni a luglio 2018, Rotondi (FI): «Vincerà M5S, il nostro elettorato va al mare»

Governo news, la Lega è sicura: “Non ci sarà accordo Pd – M5S”, Salvini bacchetta Di Maio

offerta di lavoro congrua

Riforma del Lavoro 2018, accordo Pd – M5S? Ecco le proposte in sede di campagna elettorale