in

Roma, getta il cane del figlio dal settimo piano e aggredisce la polizia: denunciato

Orrore a Roma, dove un uomo di 44 anni ha gettato dalla finestra al settimo piano il cane del figlio e poi ha aggredito la polizia. Il povero animale indifeso è morto sul colpo. L’uomo ha opposto resistenza ai militari che hanno dovuto placare i suoi atteggiamenti deliranti e aggressivi facendo ricorso allo spray urticante. “Tutte ‘ste pagliacciate… è solo un cane”, avrebbe detto davanti agli agenti accorsi sul posto a seguito di una telefonata.

I poliziotti hanno trovato il figlio dell’uomo in lacrime, disperato, perché suo padre aveva appena compiuto un gesto crudele e disumano: lanciare dal settimo piano il suo Jack Russell femmina. L’adolescente stringeva il corpo ormai esanime della bestiola, era disperato. Dopo quelle parole pronunciate, non pago, il padre ha iniziato a insultare e a sferrare calci alle forze dell’ordine che per fermarlo sono dovute ricorrere allo spray al peperoncino in dotazione.

Potrebbe interessarti anche: Amici morto Marco Garofalo ex coreografo: era malato da tempo

Non si conoscono i motivi che hanno indotto l’uomo ad agire in quel modo folle. Gli accertamenti in merito sono in corso. Gli agenti del Reparto Volanti e del commissariato Tor Carbone hanno accertato che nell’appartamento non vi fossero altri animali. Mentre l’uomo veniva accompagnato negli uffici del commissariato, dove è stato denunciato per maltrattamenti su animali e resistenza al pubblico ufficiale, una squadra dell’Ama ha preso in consegna la salma del Jack Russel.

Concorso Agenzia delle Entrate 2018 requisiti: 600 assunzioni, ecco bando, profili ricercati, scadenza domande (GUIDA COMPLETA)

Governo 2018 mandato esplorativo, secondo giro di consultazioni: la posizione di Lega, Forza Italia, M5S e PD