in

Roma: uccide a coltellate il figlio della compagna per delle bollette non pagate

Omicidio a Roma: un uomo di 80 anni ieri sera ha tolto la vita al figlio della sua compagna a causa di una bolletta. Il delitto si sarebbe consumato – stando alle prime indiscrezioni che stanno trapelando – al culmine di una feroce lite scoppiata tra i due per via di alcune bollette non pagate. La vittima ha 56 anni, l’uomo è stato ucciso con alcune coltellate al torace all’interno di una abitazione sita a Monterotondo, vicino a Roma. Per l’omicidio i carabinieri della compagnia di Monterotondo hanno arrestato un 80enne, compagno della madre della vittima deceduta qualche anno fa.

Da una prima ricostruzione sembra che i due abbiano litigato per futili motivi, probabilmente per alcune utenze non pagate. L’uomo ferito a morte è stato trovato da un vicino di casa sul pianerottolo di casa, riverso in una pozza di sangue e ormai senza vita. A dare l’allarme è stato proprio il coinquilino della vittima.

Potrebbe interessarti anche: Bolzano bimbi rapiti dal padre, ancora angoscia per mamma Rosa: quando potrà riabbracciarli?

Da un prima ricostruzione, sembra che l’anziano sia arrivato all’abitazione del 56enne già armato di coltello e, dunque, con l’intento di fargli del male. Durante la discussione – probabilmente per alcune utenze non pagate – la vittima avrebbe colpito l’anziano con una testata e quest’ultimo, reagendo, l’avrebbe dunque colpito a sua volta con più coltellate al torace. Dopo l’aggressione l’anziano si è dato alla fuga, ma è stato rintracciato e fermato poco dopo dai carabinieri della compagnia di Monterotondo in zona Palombara Sabina. E’ emerso che tra i due, dopo la morte della madre della vittima, nonché compagna dell’80enne assassino, ci fossero state diverse liti e incomprensioni.

Bolzano bimbi rapiti dal padre, ancora angoscia per mamma Rosa: quando potrà riabbracciarli?

scomparso ragazzo di udine

Ragazzo di Udine scomparso, news Michael Craighero: il giallo dello zainetto e l’atroce dubbio